L’ospedale manterrà 78 posti letto. Bonventre: “Appena realizzeremo la nuova struttura solleciteremo un’ulteriore rimodulazione”

Pubblicato: giovedì, 12 giugno 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Ospedale AlcamoALCAMO. Notizie positive per l'ospedale di Alcamo dopo l'incontro avvenuto ieri all'assessorato regionale alla Sanità, nella Conferenza dei Sindaci dell’ASP n.9, alla presenza del direttore generale De Nicola e della dirigente dott. ssa Mulè. Durante l'incontro è stato reso noto chee il Governo Nazionale ha approvato il Piano di Riordino per la rimodulazione della Rete Ospedaliera in Sicilia. All'incontro ha partecipato il primo cittadino che ha annunciato le novità per il riassetto dell'ospedale  alcamese.

Due gli aspetti positivi sulla vicenda. Il primo vede il mantenimento, seppure in misura ridotta rispetto alle esigenze del territorio, dell'ospedale alcamese, mentre in seconda istanza si riaccendono le possibilità di completare il nuovo nosocomio in c/da San Gaetano e la possibilità di richiedere un incremento dei posti letto.

L’ospedale di Alcamo - commenta Sebastiano Bonventre - si conferma che sarà inglobato nel Distretto Sanitario n°1 Ospedali Riuniti di Trapani, Alcamo e Pantelleria con il mantenimento di 78 posti letto così suddivisi: 46 per acuti, 22 per lungodegenza e riabilitazione e 10 in day Hospital. Si annulla il Decreto che prevedeva il Punto Territoriale di Emergenza e si mantiene il Pronto Soccorso, si mantengono altresì le istituzioni di presidio (direzione sanitaria e farmacia) insieme alle unità semplici, anestesia e rianimazione, radiodiagnostica, cardiologia, pronto soccorso; restano i servizi di patologia clinica, il punto di primo intervento per adulti e per la pediatria”.

“Riteniamo - prosegue il primo cittadino alcamese - che questa nuova rimodulazione se da un lato mantiene in vita l’ospedale di Alcamo con il Pronto Soccorso (il cui precedente decreto aveva abolito), resta comunque non sufficiente la dotazione dei posti letto per acuti rispetto alla popolazione. Ci ripromettiamo di sollecitare, in collaborazione con la direzione dell’ASP, un’ulteriore rimodulazione della distribuzione dei posti letto in funzione delle esigenze del territorio, una volta realizzata la nuova struttura in c/da San Gaetano. Infine ancora ieri è stato ribadito dai vertici dell’Assessorato Regionale l’avvenuto finanziamento per procedere alla realizzazione del nuovo nosocomio, infatti sono stati erogati dal Governo nazionale 800 milioni di Euro per l’intera regione Sicilia, di cui 46 destinati al territorio della provincia di Trapani”.

Letto 1408 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>