A Mazara l’esposizione dei lavori dei ragazzi che hanno partecipato al progetto ” La Chiesa per la scuola”

Pubblicato: giovedì, 29 maggio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

scuolaMAZARA DEL VALLO.  Disegni, piccoli capolavori dove è espressa la genuina vena artistica di ognuno di loro. Così gli alunni di alcuni istituti scolastici del territorio diocesano hanno realizzato gli elaborati che da oggi, saranno esposti al Centro socio-educativo “I giusti di Sicilia” del Seminario vescovile di Mazara del Vallo, all'interno della mostra che conclude il percorso “La Chiesa per la scuola”. Ad aprire questo breve ma intenso cammino è stato il convegno organizzato a Marsala dove si sono confrontati docenti, esperti del mondo scolastico e alunni. Poi la tappa a Roma per l’incontro col Santo Padre e, non per ultima, la mostra che sino al 1° giugno si potrà visitare tutti i giorni, dalle 10 alle 12,30. In queste settimane, prima e dopo l’incontro con Papa Francesco, ai ragazzi è stata data la possibilità di esprimersi, con un disegno, con un pensiero, su come vorrebbero la scuola del domani. Ne sono nati piccoli capolavori dove, alunni della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della secondaria di primo grado, hanno raccontato con immagini e parole la “loro” scuola del domani. Più tecnologia ma anche laboratori di cucina e d’artigianato dove poter esprimere la propria capacità non soltanto culinaria. In esposizione ci saranno più di cento disegni, realizzati con le più svariate tecniche artistiche e con tanta fantasia. In un cartellone i bambini hanno realizzato anche una girandola dove su ogni petalo è stato scritto un pensiero. È significativo come in diversi elaborati venga sognata una scuola più tecnologica, con più lavagne interattive e tablet nelle aule.

Letto 484 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>