I Carabinieri le perquisiscono casa per furto d’energia elettrica e scoprono anche un sotterraneo nascosto

Pubblicato: sabato, 24 maggio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

posto-controllo-carabinieriPARTINICO. Sembra essere diventata una vera e propria moda. C'è da chiedersi da quanto tempo va avanti il furto di energia elettrica nelle zone tra Partinico e Balestrate. I Carabinieri della Compagnia di Partinico hanno tratto in arresto in flagranza di reato per furto aggravato di energia elettrica, P. M. 54enne di Partinico. Dopo essere entrati all'interno dell'abitazione della donna,sita nella contrada Cerasella, i militari  hanno accertato che P. M. aveva manomesso il contatore elettronico della sua abitazione allacciandosi abusivamente alla rete pubblica, al fine di registrare un consumo di energia elettrica inferiore del 100% rispetto al dato reale.

Ad aggravare la condizione della partinicese è stato l'ulteriore ritrovamento, all'interno di un sotterraneo, accessibile solo attraverso una botola ben occultata, di  una serra artigianale predisposta con sistema di ventilazione e cinque lampade alogene alimentati mediante l’allaccio abusivo, chiaramente utilizzata per la coltivazione di cannabis, nonché tracce di marijuana già essiccate e sparse sul pavimento del locale. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’arrestata è stata sottoposta agli arresti domiciliari e condotta presso il Tribunale di Palermo per il processo con rito per direttissima conclusosi con la convalida dell’arresto diP.m., ed il rinvio del processo al 3 giugno 2014.

   
Letto 2838 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>