Pontili di Castellammare: Amministrazione e associazioni agiscono su più fronti

Pubblicato: giovedì, 15 maggio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

pontile castellammare del golfoCASTELLAMMARE. Proseguono le iniziative per scongiurare l'installazione dei pontili davanti il Castello di Castellammare del Golfo. La questione sta coinvolgendo l'amministrazione e le associazioni di volontariato che stanno agendo su più fronti. Il Sindaco del comune si è recato ieri a Palermo, presso la sede dell'assessorato al territorio e Ambiente per incontrare Maria Rita Sgarlata. Scopo dell'incontro è stato quello di porre all'attenzione dell'attuale assessore la questione della salvaguardia del paesaggio che va da cala marina a cala Petrolo. Sembrerebbe che l'assessore Sgarlata abbia ritenuto leggittime le richieste dell'Amministrazione, del Consiglio Comunale, delle associazioni, delle forze politiche, dei deputati che hanno chiesto, unitamente, degli interventi decisi a tutela del paesaggio.

E' lo stesso Sindaco di Castellammare, Nicolò Coppola, a parlare di una risposta positiva da parte dell'assessore regionale: "L’ assessore ha condiviso queste posizioni assicurandoci che nell’area non ci sarà nessuno sfregio ambientale, così come si era invece prospettato. Una sinergia indispensabile perché il risultato sia quello di tutelare l’interesse collettivo. I pontili non ci saranno".

Intanto a Castellammare si è costituito un movimento di associazioni che, già da qualche settimana, aveva annunciato una serie di manifestazioni di protesta pacifica volte alla sensibilizzazione del territorio sul tema  e alla manifestazione di un'assoluta contrarietà nei confronti delle scelte che si stanno profilando. Un grande contenitore che sta mettendo insieme diverse realtà sociali a difesa del Bene comune. Le associazioni e i movimenti che si sono uniti hanno messo insieme la forza dell'opinione pubblica con il fine di tutelare Castellammare, evitando abusi impropri sul territorio. Per questa ragione, auspicano che l'amministrazione mantenga le promesse fatte e si impegni nel convocare un Consiglio Comunale aperto inerente la questione.

Domani mattina il movimento di difesa del Castello avvierà, con urgenza, incisive azioni di ferma protesta e di mobilitazione dell'intera cittadinanza attraverso   una serie di sit-in e raccolte firme che si svolgeranno nelle tre giornate del 16, 17 e 18 maggio, a partire dalle ore 10.00 alle ore 20.00 presso il piazzale del castello.

   
Letto 1255 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>