Pontili dietro il castello. Il sindaco: “l’assessorato regionale revochi la concessione già rilasciata a tutela dell’ interesse pubblico”

Pubblicato: martedì, 6 maggio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

pontiliCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il Sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Coppola, rimarca la sua posizione e quella dell'intera amministrazione sulle concessioni demanili per l'istallazione dei pontili dietro il castello. Nei giorni scorsi il primo cittadino ha chiesto all’assessorato regionale Territorio e Ambiente di revocare la concessione demaniale rilasciata nello specchio acqueo antistante la banchina di via Zangara, nel molo nord del porto di Castellammare. Una richiesta condivisa anche dalle tante associazioni che nei giorni scorsi hanno ribadito la loro contrarietà in merito alla concessione demaniale per l'istallazione dei pontili. Quindi tutti uniti per la tutela dell'interesse pubblico.

 "E’ obiettivo prioritario di quest’amministrazione salvaguardare l’immagine paesaggistica - ambientale del castello sul mare, simbolo della nostra città. - sottoline ail Sindaco Coppola- Recentemente l’area in argomento è stata interessata da procedimenti finalizzati all’ottenimento della concessione demaniale per la realizzazione di pontili e attrezzature di interesse per la nautica da diporto - ha scritto il sindaco all’assessorato regionale -. In sede di conferenza di servizi del 10 e 23 aprile, si era evidenziata l’opportunità della sospensione di ogni atto di concessione demaniale attinente l’area portuale, sia da lato ponete che da quello levante (Petrolo), che interessasse la vista del castello, oggetto, peraltro, del progetto di lavori per la messa in sicurezza". Nella seconda conferenza di servizi il demanio si era detto non intenzionato a revocare le concessioni già rilasciate e, per quelle in corso, ha richiesto formale relazione all’amministrazione.

 Il Sindaco Coppola, nella missiva all’assessorato, fa presente che nelle due conferenze di servizi “sono stati evidenziati rilievi circa la conclusione del procedimento dell’assessorato regionale, ed il conseguente rilascio della concessione demaniale indicata perché in contrasto con il parere contrario della soprintendenza e perché riportante provvedimenti contraddittori ed illogici”.

Anche sul profilo amministrativo urbanistico, sottolinea ancora il sindaco, “come ribadito con provvedimento del responsabile del settore Urbanistica e Gestione del Territorio, la concessione demaniale è stata rilasciata in contrasto con gli indirizzi normativi che presupponevano che la stessa fosse assentita nel rispetto della disciplina paesaggistica ed ambientale, circostanza non pertinente al caso in esame in virtù del parere contrario della soprintendenza”. Inoltre il procedimento avviato dall’assessorato regionale “risulta privo del parere della soprintendenza del mare”.

 Per questi motivi il primo cittadino ha chiesto “la revoca in autotutela della concessione demaniale n 65/2014, al fine di tutelare il più ampio e prevalente interesse pubblico finalizzato al rispetto dei beni paesaggistici ed ambientali del nostro territorio”.

Letto 896 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>