Ma dove va il Partito Democratico?

Pubblicato: giovedì, 24 aprile 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

pdNel famoso brano, “Ma come fanno i marinai” De Gregori si chiedeva tre cose: ma dove vanno i marinai ma cosa fanno i marinai e come fanno i marinai? Le stesse domande si potrebbero porre a proposito del Partito Democratico, ovviamente lasciando da parte i marinai e la bellezza del brano. Ma dove vanno quelli del Partito Democratico, Cosa fanno e come le fanno le cose nel Partito Democratico? Visto da fuori le idee sembrano più confuse che altro.

I continui litigi tra le varie anime interne e la visione del partito non proprio condivisa, non solo sulla rotta da seguire, ma spesso anche sul leader e le sue scelte di natura economica, sociale e delle politiche sul lavoro. Basta leggere un qualsiasi quotidiano o telegiornale per vedere cuperliani, civatiani e giovani turchi fare a gara per mettere in crisi qualsiasi proposta, o quasi, arrivi da Renzi. Dalle famose e contestate ottanta euro in più nella busta paga al Jobs Act.

E la musica non cambia di certo in Sicilia, dove l' On. Cracolici ha rilasciato ieri un' intervista, molto tagliente facendo nomi e cognomi di chi secondo lui sta sfasciando il Partito Democratico nell’isola mettendo in evidenza, casomai non ce ne fossimo accorti prima, delle spaccature profonde tra le diverse correnti interne che vedono apparentemente un tutti contro tutti assecondo del periodo e delle dinamiche del momento, tra il Presidente Crocetta, l’On Faraone e l’ex segretario Regionale del PD Lupo. Facendo così una specie di danza, che li vede ballare alternandosi alcune volte in un lento appassionato ed altre in un rock scatenato. Il tutto, dicono i bene informati, è scoppiato dopo la composizione del Crocetta-bis, forse perché un' area del Partito Democratico è stata lasciata fuori dai giochi delle poltrone assessoriali? Questo non lo diamo per certo.

Insomma, se dovessimmo dare una risposta alle domande dove vanno, cosa fanno e come fanno, si potrebbe rispondere: non sanno dove andare insieme, considerato che ognuno sembra seguire i propri interessi da corrente a corrente; non sanno cosa fare e come fare per uscire dal pantano in cui si sono andati a mettere perché una cosa è parlare di governare (Governo Nazionale e Governo Regionale) altra cosa è governare e trovare soluzione ai problemi.

Chi guarda questo Partito dall’esterno pensa: forse il Partito Democratico cerca di prepararsi alle prossime sconfitte elettorali? Perché solo a questo porta tanta litigiosità e nè nel PD nazionale nè in quello regionale si scorge una volontà di raggiungere degli obbiettivi comuni per costruire un partito forte, moderno che dia attenzione alle reali necessità del Paese.

Letto 1042 volte.
2 Commenti
Dì la tua
  1. LiberAlcamo ha detto:

    …Non si deve dire il PD dove va ? …si deve dire con chi sta oggi e domani…sempre alleati con il CentroDestra Alfano,Casini,Monti e Berlusconi tutti insieme appassionatamente !!!
    Dove sono i valori del CentroSinistra ?…Renzi & Company hanno portato il PD al CentroDestra cioe’hanno dimenticato la moralità’,il rispetto x chi ha votato PD !
    …E nato il vero PD cioe’ quello che nessuno conosceva un PD senza nozione !!!

  2. LiberAlcamo ha detto:

    …Perché non si vedono i commenti ???
    … in Alqamah c’è libertà di informazione e di opinione ???

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>