Post “benattia”: Vesco interroga Bonventre

Pubblicato: sabato, 29 marzo 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Benedetto VescoALCAMO- Dopo giorni di commenti sui social network, le critiche per strada, le difese e i chiarimenti sul caso "Beneattia", entra in gioco la politica che commenta e si interroga sulla base delle espressioni dell'attuale Vicesindaco, Salvatore Cusumano.

A trattare il caso in virtú delle promesse elettorali fatte da Boventre in campagna elettorale, è il Consigliere Vesco in un'interrogazione rivolta al Sindaco. "Il percorso prospettato dal vicesindaco durante l'intervista, non coincide ad oggi con le prospettive e i punti programmatici del Sindaco Bonventre. Alle strategie evidenziate durante l'intervista, a parere dello scrivente -afferma Vesco- occorrono ulteriori approfondimenti con il coinvolgimento del Consiglio Comunale tutto, considerata anche la possibile scoperta di una nuova terapia in campo medico e scientifico".

Il Consigliere quindi continua a sottolineare la vicenda; stavolta però si rivolge a Bonventre e lancia un messaggio forte e chiaro chiedendo al primo cittadino "se è sua intenzione condividere le personali considerazioni espresse dal Vicesindaco durante la sopra citata intervista e se è sua intenzione intervenire revocando l'incarico istituzionale assegnatogli recentemente". Il Sindaco dovrà ora rispondere ad una domanda sulla base di un fatto che sta crescendo e contaminando, quasi fosse un virus, l'opinione pubblica.

Letto 1833 volte.
4 Commenti
Dì la tua
  1. antonio ha detto:

    Condivido gli interrogativi posti dal Cons. Vesco in quanto credevo veramente difficile che un “re travicello” riuscisse a trovare qualcuno a propria immagine e somiglianza da tenere nella sua poltrona nei continui periodi di assenza.
    Il vice “re travicello” ricopre degnamente il ruolo assegnatogli ed è riuscito finalmente a far considerare Alcamo come “Zimbello d’Europa”.
    Sono finalmente riusciti a fare rinascere la vera “opra di li pupi” ed Alcamo uscirà presto dalla crisi grazie all’afflusso turistico dovuto al desiderio dell’intera Europa di potere ammirare i “VERI PUPI SICILIANI”.
    Il fine giustifica i mezzi (Macchiavelli)

    • Anche i santoni dei villaggi più emarginati dell’africa centrale, oramai, hanno capito che non si può più concepire una comunità senza le garanzie al diritto alla salute e anelano alla realizzazione di ospedali adeguati. Solo il nostro vicesindaco, in controtendenza con il pensiero dell’itera popolazione mondiale , pensa che i malanni dell’uomo possono curarsi con una passeggiata al sole o con la visione di un bel tramonto. Sono certo che questo pensiero non appartiene né al sindaco né agli altri componenti l’amministrazione; pertanto, il nostro vicesindaco dovrebbe rendersi conto che, quando parla, dà voce ad una città di 50.000 abitanti,ubicata al centro del golfo di Castellammare con una popolazione fluttuante di notevole entità e quindi quando risponde ad un quesito così importante, come il progetto di una nuova struttura ospedaliera, non può “navigare” mentalmente sulla rotta “dell’isola che non c’è”, facendo intendere che quello è il percorso dell’amministrazione Bonventre.

  2. alessio lipari ha detto:

    Non ci sono ne se ne ma…cusumano o si dimette spontaneamente o bonventre lo rimuove dall’incarico.. Caso contrario siamo veramente al ridicolo…la storia del dott.bonventre parla chiara.. si tratta di una persona seria…applichi lo stesso rigore che userebbe da medico e rimuova con un atto di pietà il sig. Cusumano

  3. elio ha detto:

    Sig. Francesco Vutano ma come si permette a dare dello “Sciacallo” a delle persone che esprimono il loro parere in maniera democratica.
    Taccia e continui a servire i suoi padroni che sono gli stessi che Le hanno consentito di fare il precario al comune, a meno che non Le abbiano dato l’imput.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>