Trasparenza amministrativa, a Castellammare il sito ancora in parte non adeguato

Pubblicato: mercoledì, 5 febbraio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

castellammare del golfoCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Si torna a parlare di trasparenza amministrativa al comune di Castellammare del Golfo. Recentemente , a causa di un problema tecnico, avevamo riscontrato che il sito del comune non veniva aggiornato da qualche settimana. Il Sindaco Nicola Coppola il giorno seguente ha provveduto tempestivamente a rimediare al problema e ad aggiornare gli atti e le delibera sul sito istituzionale.

Oggi nella sezione “Amministrazione trasparente” mancano molti dati obbligatori previsti dalla legge. Secondo la legge 241/90 (e le successive 15/2005 e 69/2009) sulla trasparenza amministrativa e secondo il Dlgs 33/2013 del 14 maggio 2013 che prevede il “riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni", il comune è tenuto a pubblicazione di tutti i documenti, atti, appalti compensi dei collaboratori anche di quelli gratuiti, dei dirigenti e degli amministratori sul sito web del comune.

Il decreto individua nella “trasparenza" un efficace strumento per promuovere il principio di legalità e prevenire eventuali fenomeni di corruzione, in quanto impone, alle pubbliche amministrazioni, la piena rendicontazione dell’azione amministrativa ai cittadini. Tutto questo in un’ottica di “democrazia aperta”. Infatti la trasparenza amministrativa concorre ad attuare il principio democratico, di partecipazione, imparzialità, efficienza, efficacia, buon andamento, responsabilità, lealtà ma soprattutto il principio costituzionale di eguaglianza. In particolare la normativa prevede, all’articolo 5, l’introduzione dell’accesso civico, che comporta il diritto di chiunque di richiedere, senza alcuna formalità, la pubblicazione dei documenti, delle informazioni e dei dati resa obbligatoria, nel caso in cui questa sia stata omessa.

Attualmente, sul sito del comune, nella sezione sopra indicata sono riportati i curricula dei dirigenti (tranne quello del Segretario Lanzalaco), le nomine di alcuni collaboratori e consulenti, ma mancano ancora molti dati obbligatori per legge: Per esempio alla voce “dati relativi a contratti lavori pubblici e servizi” mancano i dati relativi ai lavori pubblici e al settore urbanistico, ma in particolare quelli che riguardano i compensi ai dirigenti, soprattutto alla luce della vicenda che vede l’aumento dell’indennità del Segretario Comunale Rita Antonella Lanzalaco. Lo stesso Segretario generale Comunale, secondo la legge, è responsabile del piano triennale anticorruzione.

Sicuramente si tratta di un problema tecnico o logistico e non in mala fede, ma è necessario adeguare il sito web alle normative vigenti.

Letto 876 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>