Operazione Palcar

Pubblicato: sabato, 1 febbraio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

L'operazione "Palcar" è stata portata avanti dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Partinico (attività di intercettazione telefonica, ambientale, servizi di osservazione, sequestri e perquisizione), il risultato è stato il  ritrovamento nelle campagne del comune di Monreale di un grande piantagione di cannabis indica (circa tremila piante) nella disponibilità di due soggetti di Partinico.

Tredici gli indagati, di cui dieci hanno richiesto il rito abbreviato, solo tre, l'alcamese Lekhouidi Azize detto Mauro, l'alcamese Vitale Roberto alias Spavento ed il partinicese Coppola Daniele, sceglievano il rito ordinario.

Il 27 gennaio 2014 presso il Tribunale di Palermo - Sezione Terza Penale -  è stata accertata l'estraneità di Coppola Daniele, difeso dall'Avv. Cinzia Pecoraro del Foro di Agrigento e di Lekhouidi Azize detto Mauro difeso dall'Avv. Antonino Vallone, del foro di Trapani, unica condanna al solo Vitale Roberto (Anni tre e mesi sei di reclusione).
Massima soddisfazione manifesta l'Avv. Antonino Vallone per il quale "è prevalsa la logica del buon senso e della ragionevolezza giuridica nella valutazione di meri indizi, di per sè non costituenti prove certe ed univoche". Lo stesso Difensore, a tutela dell'immagine del proprio assistito, vuole ribadire che "appena pochi mesi fa, ed in particolare in data 27 giugno 2013 il Tribunale Monocratico di Trapani sezione distaccata di Alcamo, nella persona del dott. Emanuele Cersosimo, assolveva lo stesso Lekhouidi Azize detto Mauro per fatti analoghi".
Letto 520 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>