Castellammare, la scuola “Pitrè” vince il premio “vento di legalità”

Pubblicato: giovedì, 30 gennaio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. La scuola media statale “Giuseppe Pitrè” di Castellammare del Golfo si è aggiudicato il primo premio della seconda edizione di “Vento di legalità”, evento ideato e curato dalla dott.ssa Caterina Viola. La manifestazione si è svolta martedì presso il Teatro Cielo d’Alcamo. Hanno partecipato tantissime scuole da tutta Italia che hanno presentato un elaborato su un tema specifico. All’incontro erano presenti le più alte cariche civili, militari e religiose. Tra i relatori: Il dott. Roberto Angelo De Simone, Presidente del Tribunale di Trapani, il dott. Ottavio Sferlazza, Procuratore Aggiunto della Procura di Reggio Calabria; il dott. Marco Di Capua, Vice-Direttore Vicario dell’Agenzia delle Entrate, il prof. Enzo Ciconte, Docente Universitario dell’Università dell’Aquila, il dott. Claudio La Camera, Direttore Osservatorio ‘ndrangheta di Reggio Calabria. Tra i partecipanti anche Filippo Cogliandro, Chef Imprenditore e Ambasciatore antiracket per la Ristorazione italiana nel mondo, il presidente di Confindustria Trapani Gregory Bongiorno, i vescovi di Trapani Mazara del Vallo e i sindaci di Castellammare, Alcamo e Albano laziale.

Gli alunni delle classi seconde medie della scuola media statale “Giuseppe Pitrè”, hanno sviluppato un elaborato sul racket e sull’usura aggiudicandosi il primo premio “per la genuinità dell'elaborato e la completezza del tema trattato”. Gli alunni hanno curato il progetto sotto la supervisione delle insegnanti Mirella Rizzo e Maria Borruso. Il premio in denaro di 500€ sarà utilizzato per finanziare attività sul tema della legalità.

Letto 359 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>