Arrivano le Zone Franche Urbane, il commento di Confindustria Trapani

Pubblicato: martedì, 28 gennaio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

TRAPANI. Il Ministero dello Sviluppo economico ha stanziato 182 milioni di euro in favore delle micro e piccole imprese localizzate nelle Zone Franche Urbane (ZFU) della Regione Sicilia. Il Bando (Decreto direttoriale 23 gennaio 2014) prevede la concessione di agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali e contributive in favore di imprese di micro e piccola dimensione localizzate nelle Zone Franche Urbane.

“Le Zone Franche Urbane (ZFU)- come si legge sul sito del Ministero dello Sviluppo economico - sono aree infra-comunali di dimensione minima prestabilita dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per la creazione di piccole e micro imprese. Obiettivo prioritario delle ZFU è favorire lo sviluppo economico e sociale di quartieri ed aree urbane caratterizzate da disagio sociale, economico e occupazionale, e con potenzialità di sviluppo inespresse. L'iniziativa nasce dall’esperienza francese delle Zones Franches Urbaines, lanciata nel 1996 e oggi attiva in più di 100 quartieri.”

I finanziamenti per le ZFU arrivano anche in provincia di Trapani, come si legge nel comunicato stampa di Confindustria Trapani: “Le Zone Franche Urbane che sono state finanziate nella nostra Provincia per 24 milioni di euro – dichiara Gregorio Bongiorno, Presidente di Confindustria Trapani – e che interessano parte del territorio dei Comuni di Castelvetrano, Erice e Trapani daranno un impulso all’economia di tutte le imprese che decideranno di investire in tali aree. A breve partiranno i bandi per l’accesso a tali agevolazioni che consentiranno di rimettere in moto gli investimenti con immediate positive ricadute sul piano occupazionale.

Aver stabilito quali prioritarie le attività che riguardano il settore del turismo, oltre che le imprese di nuova costituzione, porterà certamente dei risultati in termini di crescita territoriale più complessiva e potrà far ripartire il settore dell’edilizia che, ormai da oltre cinque anni è fermo. Del resto, le priorità stabilite sono in linea con le politiche di investimento che i Comuni hanno programmato attraverso l’impegno assunto nelle scorse settimane nella vicenda che ha riguardato il nostro Aeroporto.

Ora, oltre ad auspicare che il Governo Regionale e Nazionale si impegnino a rimpinguare le somme destiate alle ZFU utilizzando i fondi europei non spesi, l’invito – conclude - che rivolgiamo alle amministrazioni comunali interessate è quello di continuare a coinvolgere, nella fase attuativa, in un tavolo di concertazione, tutte le parti sociali, Associazioni di Categoria, Sindacati, Ordini Professionali e soprattutto gli Istituti di Credito che dovranno accompagnare gli imprenditori in questa nuova scommessa.”

Questo il commento del presidente di Confindustria Trapani in merito allo strumento delle Zone Franche Urbane che da qui a breve finanzierà, attraverso uno sgravio (totale per i primi cinque anni e parziale per i successivi nove anni) dei contributi previdenziali, oltre che dell’IRAP, delle imposte sui redditi e sugli immobili.

Letto 363 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>