Il Big Bang di Alcamo esprime la sua opinione sulla Tares

Pubblicato: giovedì, 2 gennaio 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO- Dopo la polemica scaturita dal calcolo della Tares e l'assemblea cittadina di domenica scorsa, il circolo Big Bang di Alcamo esprime la sua opinione sulla questione che ha  dato vita ad una reazione da parte dei cittadini alcamesi. Nel comunicato inviatoci, il circolo precisa di non essere intervenuto durante l'assemblea non condividendo l'idea di intervenire solo criticando senza fornire delle proposte ben precise, studiando il caso Tares, nei suoi aspetti specifici:

" Domenica abbiamo ascoltato in silenzio e con rispetto la sofferenza di tante persone, ormai offese dal bisogno, che non hanno più voglia di essere esca di promesse e proclami, anche se rischiano di essere preda innocente dei nuovi predicatori. Non ci uniamo al coro di questi improvvisati Savonarola che urlano senza nessuna idea concreta di cosa fare, se non una sfilza di inutili vaffa… Ci impegniamo invece a proporre solo possibili soluzioni, lasciando ad altri avventurose derive populistiche. Il Circolo Big Bang non si nasconde né si sottrae al confronto sulla TARES, come qualche malizioso già insinua. Una cosa tutti chiedono a gran voce: un cambio di marcia nel governo della città e un deciso ricambio della giunta. L’avevamo per primi proposto e oggi lo confermiamo convinti: il Sindaco rinnovi presto la squadra assessoriale, abbandonando le magliette partitiche per fare spazio a persone competenti e capaci di riprendere il dialogo con la città in nome di una buona politica e di una più efficace azione amministrativa. I consiglieri comunali tutti ritrovino il senso della comunità e siano il vero motore del cambiamento che la gente reclama, lasciando al passato le beghe di palazzo".

Il comunicato continua con un elenco di punti a cui l'amministrazione dovrebbe tener fede, tenendo conto che le tasse vanno comunque pagate, combattendo, in questa prospettiva l'evasione fiscale che spesso è la causa principale dell'aumento per i pochi che ad oggi continuano a pagare."Su questa faccenda della TARES, al di là di possibili risvolti giudiziari, crediamo necessario fare chiarezza. Noi pensiamo che l’amministrazione, accortasi delle troppe cartelle errate, avrebbe dovuto informare tempestivamente i cittadini, evitando inutili allarmismi e inevitabili strumentalizzazioni politiche. In ogni caso, da domani:

- va controllato e spiegato il meccanismo usato nella determinazione degli importi, aumentando gli sporteli informativi, per motivare la causa degli aumenti e degli errori;

- vanno immediatamente ritirati gli avvisi sbagliati e sostituiti con altri corretti, senza ulteriori spese per i cittadini e con eventuali nuovi termini di pagamento;

- va aumentato il numero delle rate, specialmente per commercianti, artigiani, imprenditori.

Immediatamente dopo, bisogna cominciare a mettere mano al bilancio per tagliare ogni spesa inutile, ridimensionare quelle non urgenti, affrontando senza ipocrisie anche i costi della politica, per far calare il costo della raccolta dei rifiuti e far aumentare i ricavi della differenziata, in modo da tornare a far calare l’importo delle nostre cartelle. In questo senso, noi pensiamo sia necessario: - predisporre un’analisi dettagliata sui costi complessivi della raccolta dei rifiuti e un controllo capillare sui costi e i ricavi della filiera della differenziata, in modo che differenziare sia non solo una irrinunciabile conquista di civiltà, ma diventi, come deve essere, anche un reale risparmio per le tasche degli alcamesi; - tagliare tutti i costi aggiuntivi oggi previsti per la pulizia estiva, con la previsione di un affiancamento di personale interno; - concordare una decisa riduzione della quota di contributo comunale per l’ATO; - avviare il riordino e la riorganizzazione radicale del personale e dei servizi comunali con la relativa riduzione delle spese generali della macchina amministrativa. Il Big Bang ha a cuore il cambiamento, ma nella responsabilità e non nella confusione. In questo senso, mettiamo a disposizione della città e dell’amministrazione le nostre proposte, insieme a un augurio sincero che il 2014 possa riportare un pò di serenità in tante famiglie".
Letto 412 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. Il Cittadino Vigile ha detto:

    …si vede chiarissimo che il Big Bang non sta dalla parte dei cittadini !!!
    …pensano solo alle Poltrone & Potere !!!
    …Ci vuole un cambiamento vero e non solo parole al vento…vede il Big Bang e’ PD e questo gia’ dice tutto !!!

  2. Laura ha detto:

    Caro cittadino vigile, forse l’unico che vuole Poltrone & Potere è lei. Ho appena letto le opinioni del big bang e mi sembrano abbastanza condivisibili! Il suo commento mi sembra assolutamente fuori luogo.
    Saluti, anzi poltrone e potere.

  3. roberto ha detto:

    è avvilente verificare che si discuta di cose importanti con pregiudizi non riscontrabili nel merito ed offensivi nella forma. Il sedicente “cittadino vigile ” dovrebbe ascoltare e leggere con attenzione cosa viene comunicato e semmai confutare nella sostanza le idee degli altri per contribuire a costruire proposte ancora più valide.

  4. Il Cittadino Vigile ha detto:

    ….Cara Laura si vede chiarissimo che sei una dei Big Bang anzi del PD !!!
    …Vede il PD e’ responsabile di tutto questo casino cioe’ di introdurre la TARES sia nel Governo Nazione/Regionale/Comunale !!!
    …Vede come e’ ridotta la nostra Citta’ di Alcamo,senza semafori,senza strisci pedonale,il manto stradale e’ in condizioni di paese di Terzo Mondo anzi di Quarto Mondo
    !!!
    la Vergogna continua…

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>