Consulenze gratuite al comune, il caso del professore Pellegrino

Pubblicato: martedì, 3 dicembre 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

castellammare del golfoCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Si torna a parlare della vicenda sulle consulenze gratuite al comune di Castellammare del Golfo. La vicenda del professore Riccardo Pellegrino (Sociologo, insegnante al corso di laurea in Servizio sociale e Politiche sociali alla facoltà di lettere e filosofia di Palermo, mediatore civile, commerciale e familiare, docente incaricato di sociologia generale del lavoro e delle organizzazioni dell’università di Palermo) è stata al centro di numerose polemiche legate alla mancata comunicazione da parte del comune di Castellammare in merito alla partecipazione delle stesso Pellegrino al bando per la ricerca di un “esperto in materia di servizi-socio-assistenziali.” Il professore Pellegrino ha atteso una risposta del sindaco per mesi, ma mai ricevuta. Abbiamo appreso successivamente che il sindaco Nicolò Coppola ha nominato “esperto in materia di servizi-socio-assistenziali” un ragioniere castellammarese. Il criterio di scelta, secondo il sindaco, è stato quello della territorialità, o meglio della residenza anagrafica. Non c’è dubbio che in questo caso non si può parlare di “parità di curriculum” e quindi il fattore “territoriale” non si capisce come possa essere il metro di valutazioni per una consulenza gratuita su questioni socio-assistenziali. Il professore Pellegrino ha atteso per mesi una comunicazione di fatto mai arrivata. Solo dopo il polverone alzato dai media si è corso ai ripari.

Proprio ieri il comune di Castellammare ha organizzato un evento, diciamo in “famiglia” vista la scarsa partecipazione della cittadinanza, sulla comunicazione. L’evento è stato organizzato con l’istituto “Mattarella-Dolci” e con gli studenti portoghesi coinvolti nel gemellaggio con l’istituto castellammarese. Tra i relatori compare anche il nome del professore Pellegrino. Siamo andati a sentirlo in merito alle questione.

Il professore Pellegrino ci ha detto di essere presente perché contattato dal comune in qualità di esperto di comunicazione. “Il comune mi ha invitato e si è scusato. Mi ha anche detto di aver bisogno della mia consulenza e che si sta adoperando per creare uno spazio per la mia consulenza. Adesso aspetto il corso degli eventi.” Quindi ha ricevuto le scuse da parte del comune che adesso si sta rendendo conto di aver bisogno della sua consulenza. Ma quando il professore Pellegrino ha presentato il suo curriculum, “a parità di curriculum”, non si è accorto di aver bisogno della sua consulenza?

Oltre a questo gira voce che alcuni programmi televisivi di importanza nazionale si siano interessati al caso e che avrebbero manifestato la loro volontà ad entrare in fondo alla questione.

L’evento organizzato ieri dal comune sembra essere stato un modo per scusarsi e in un certo modo anche per rimediare alla brutta figura. Il professore Pellegrino ci ha detto di essere venuto da Trapani gratuitamente per partecipare all’evento e rimane sempre disponibile in futuro. Andando, ovviamente, oltre il problema, importantissimo per il comune, della residenza anagrafica.

Letto 486 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>