L’agricoltura alternativa al Bosco d’Alcamo

Pubblicato: sabato, 30 novembre 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. Agricoltura ecosostenibile quella di Bill Mollison e  David Holmgren, australiano che negli anni '70 inventò la permacultura, che in Sicilia oggi coinvolge almeno 150 appassionati che si occupano di recupero colture, forestazione parteipata, rigenerazione del territorio, educazione ambientale e coabitazione sostenibile  e bioedilizia.

Nei giorni scorsi gli appassionati i sono riuniti all'Ostello Cielo D'Alcamo di Monte Bonifato per un assemblea regionale a cui hanno partecipato numerose persone che hanno sentito il ritorno alla terra come un bisogno per riconnettersi con le proprie radici. Vi erano infatti numerose persone che dell'agricoltura alternativa hanno fatto una scommessa per il futuro, come chi ha lasciato un impiego pubblico sicuro per tornare ad occuparsi della terra. Il principio base è la creazione di colture pluriennali che consumino poca energia fossile e richiedano un ridotto lavoro umano.

Da tre anni a questa parte il movimento della permacultura è molto cresciuto spiega Manuela Trovato, del Gruppo Permaculura Siciliano: "Il movimento ha preso piede in Sicilia da appena 3 anni, con il primo corso di 72 ore, ed è in grandissima espansione".

“Ci ispiriamo ad un modello autentico di convivenza tra le persone e la madre terra, indispensabile soprattutto in un momento storico come questo che subisce la crisi economica, climatica e di risorse- conclude Peppe Arena, altro componente dei gruppi informali di permacultura. Un contesto che sta sostituendo il sistema corrente basato su consumismo, sprechi e risorse energetiche non rinnovabili. Molti degli aderenti a questo gruppo hanno lasciato il lavoro o un percorso di vita per riavvicinarsi a qualcosa di più etico”.

Letto 565 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>