Alcamo: La movida infuocata

Pubblicato: mercoledì, 20 novembre 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. Ennesima interrogazione dedicata alla movida alcamese ed ennesima alzata di toni in consiglio comunale. Il gruppo abc ha chiesto di avere notizie sul regolamento che dovrebbe garantire una maggiore chiarezza sull'argomento tanto discusso, nell'interrogazione si chiede anche di istituire un presidio di polizia municipale presso l'ufficio protocollo del comune, al fine di garantire un maggiore controllo durante il fine settimana.

A rispondere è l'assessore Melodia, il quale esordisce dicendo che il comune non ha ricevuto poi così tante lamentele dai cittadini e che la questione è così complessa da richiedere delle riunioni e delle conferenze di settore per trovare una strategia comune che non penalizzi nè i cittadini nè i commercianti. La richiesta di aumentare il controllo è accettata.

Ruisi incalza dicendo che "ritiene la politica proprio l'arte di sapere mettere insieme gli interessi contrastanti" poi riporta alcuni esempi di articoli della stampa e di privati cittadini che hanno mosso diverse accuse all'amministrazione di non volersi occupare correttamente del problema. A ciò aggiunge il ricordo della relazione del Sert che ha segnalato un aumento sproporzionato di alcool da fasce di popolazione sempre più giovani.

Infine giustificando Melodia che non aveva potuto dare risposte a luglio in quanto appena insediato Ruisi adesso chiede lui: "A distanza di 5 mesi si sta ancora riflettendo? Inoltre i commercianti non devono essere trattati con due pesi e due misure come se quelli di via Mazzini fossero sotto l'ala di Melodia e gli altri invece siano sotto controlli continui e perentori"

A Ruisi risponde un sindaco stizzito che dichiara: " Accetto in toto la proposta di Abc e faccio mia la loro istanza, tutte le proposte di abc sono da ritenersi accettate" non senza un tono polemico.

Letto 753 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. Il cittadino che si è rotto il c.... ha detto:

    Libiamo, libiamo, nei lieti calici…..
    Non so di chi è la colpa di tutto questo o quale sia il rimedio efficace, ma sono sicuro che siamo nel più assoluto degrado sociale. Per favore non parlatemi di economia e di lavoro, il costo da pagare è eccessivo rispetto al profitto.

  2. Il Cittadino Vigile ha detto:

    Vedo che il Sig.Sindaco di Alcamo questa volta a capito che la situazione riguardante “La Movida Alcamese”e ‘ un fatto Vergognoso e senza limite di dignita’ !!!
    …Tutti insieme dobbiamo fare capire ai migliaia di ragazzi che l’alcool fa malissimo !!!
    …Alcamo oggi a bisogno di piu’ controlli da parte della amministrazione comunale e delle Forze d’ordine.

  3. mauro ha detto:

    Pensavo che dopo la chiusura dell’Edison 57 ad Alcamo erano finiti i problemi di alcolismo…che strano…

  4. IL CITTADINO RAZIONALE ha detto:

    Il signor Assessore non ha capito o forse non vuole capire che l economia di un paese non dipende solo da pub di cui ne beneficiano solo i gestori, per cui se il bene da proteggere è la sicurezza e la vita dei cittadini giovani o meno giovani, che questa prevalghi perchè le soluzioni esistono, così come anche le ordinanze restrittive per prevenire l abuso di alchool, accompagnate da controlli sul posto.

    • gestore ha detto:

      di cui ne beneficiano 60 famigliee..cittadino nazionale…..la vita e la sicurezza dei cittadini..ahahah…si pure la sicurezza nazionale…ma la smetta

  5. giugià ha detto:

    @ Sono Alcamese ha raccontato esattamente la situazione che vivono,me compreso, gli abitati del centro, urla-schiamazzi e bestemmie di ogni tipo fino alle 4 del mattino, pipì ad ogni “cantunera” oltre che in qualche sfortunato portone d’ingresso, bottiglie di birra e vino lasciate ovunque, o lanciate nei balconi, specchietti e finestrini di auto rotti. Ogni settimane le viuzze adiacenti il corso sono un campo di guerra. il Sig. Salvo che imperterrito continua a sostenere che i gestori dei locali ripuliscono la piazza ( ai quali va il mio plauso) se è così gentile da venire a ripulire anche la mia porta e magari ripagarmi dei danni subiti un sabato si e uno no glienè sarei profondamente grato. Grazie. Io chiedo solo che ci siano forze dell’ordine con l’ausilio della polizia municipale a vigilare e a fungere da deterrente, ma non fino alle ore 24.00, ma fino all’alba, perchè alle ore 24:00 che inizia a scappare la pipì ;) e ad esaltarsi. Non credo ci sia bisogno di prendere chissà quale iniziativa se non far vigilare in maniera “massiccia” il centro non solo la chiazza e lu cassaru.

    • gestore ha detto:

      noi già affrontiamo delle spese exstra per tenere pulite le piazze quando non ci competeee…perchè paghiamo le tasseee e gli spazzini siamo noi…le devo venire a ripulire pure il portone di casaaa…il problema non è la movida..non bisogna fare di tuttaa l erba un fascio…c’è tanta gente onesta che fa parte della movida e non ha certo il pensiero del suo portone di casa..questo è il problema della maleducazione di qualcuno che purtroppo ci sarà sempre a prescindere da tutto….i vigili se ne devono occupare delle porte altrui..noi facciamo il possibileee..non possiamoo far altro mi creda…l unica cosa che posso fare è mandarle nino il ballerinooo che in 3 minuti le ripulisce tutto…lo paghiamo noi ,a spese nostre…distinti saluti..la aspetto in piazza…:)

  6. jones ha detto:

    Siamo tutti bravi a criticare e sindacare(io compreso), ma penso che la risposta dell’assessore melodia sia responsabile e coerente nello stesso tempo. IL sign. maniscalchi è bravo a consigliare, ma non mi risulta che nei suoi ex articoli consultasse la controparte!!! il suo consultorio preferito era presso il barbiere della piazza!!!

  7. jones ha detto:

    Alcamo deve essere orgogliosa di avere un dottor sindaco e una degna squadra assessoriale!!! Le difficoltà da affrontare sono molteplici e variegate…..la cittadinanza deve essere da stimolo. Condannare tutto e tutti è troppo riduttivo.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>