Pedonalizzazione del centro storico, ma troppi randagi

Pubblicato: martedì, 12 novembre 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Il Comune di Castellammare del Golfo ha intrapreso un percorso di pedonalizzazione del centro storico, ma questo rischia di essere un danno, perché non si concilia con la presenza di molti cani randagi. Questa situazione è sta messa in evidenza dal consigliere Giacomo Asaro, che chiede all'amministrazione: quali iniziative intende adottare per evitare che questi cani possano aggredire i passanti e quali iniziative per tutelare l'igiene pubblica. Infine cosa in tende fare l'amministrazione comunale per contrastare il fenomeno del randagismo e così meglio garantire una collocazione degli animali in strutture pubbliche.

Letto 539 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. jones ha detto:

    visto che c’è molta disoccupazione, sarebbe opportuno che le amministrazioni comunali si muovano nella direzione di creare dei rifugi o canile (chiamateli come volete) gestiti da eventuali ” disoccupati amanti degli animali” . La legge sia a livello naz. che regionale prevedono dei fondi per la realizzazione e il mantenimento di tali strutture. Quindi nello stesso tempo facendo del bene agli animali si dà la possibilità di far lavorare anche delle persone. Può essere anche una bella occasione per fare volontariato. I comuni che si affidano spesso a strutture esterne devono sborsare migliaia di euro,spendono cifre assurde, affidandosi a strutture esterne(gli animali devono affrontare non solo viaggi sofferenti…ma spesso non si sà nemmeno che fine faranno). Come ci si spende per la realizzazione di opere pubbliche e appalti di ogni tipo, stessa cosa quando si vuole si può fare anche in tal senso. Una politica seria è quella che sà vedere e andare oltre…il termine randagismo….è un termine molto comodo quando non si vuole affrontare seriamente il problema.

  2. giuseppe asaro ha detto:

    Per l’utente jones: l’interrogazione e’ uno strumento che serve per conoscere in primis se l’amministrazione comunale sta cercando di risolvere questo problema (che puo’ diventare oppprtunita’ di lavoro nell’interessante modo che lei ha spiegato nel suo commento ma che per ora si chiama randagismo) o in che modo intende risolverlo. Siamo d’accordo che la politica e’ anche proposta ma prima della proposta ci vuole un confronto e l’apertura di un dibattito con la speranza di far nascere una proposta forte e condivisa. Questo e’ l’obiettivo dell’interrogazione CastellammareSi

    • jones ha detto:

      egregio consigliere, conosco perfettamente cosa sia una interrogazione e gli strumenti(seppur limitati) che un consigliere abbia.IL mio commento non era una critica alla sua interrogazione legittima, ma uno spunto per una discussione ed una eventuale proposta. La forza di una proposta, sta nel coinvolgimento e nella condivisione da più parti, su questo non ho dubbi, questo può dipendere anche da lei, visto che ha evidenziato il problema. Le amministrazioni comunali spesso cercano di risolvere il problema frettolosamente, facendo prelevare i cani sul posto e trasferendoli in strutture spesso anche fuori dalla sicilia. Le ricordo che questo incide pesantemente sulle casse comunali e nello stesso tempo non si sa il destino degli animali stessi.

      • giuseppe asaro ha detto:

        sono d’accordo che tutti i rappresentanti dei cittadini (giunta, consiglieri di maggioranza, consiglieri di opposizione) hanno un diritto-dovere di avanzare proposte concrete e fattibili se reputano un problema meritevole e bisognoso di attenzione. aggiungo ironicamente che l’unica cosa su cui non posso essere d’accordo con lei è che non sono il consigliere che ha proposto l’interrogazione

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>