Giulia Adamo delusa dall’UDC, lascia il partito

Pubblicato: giovedì, 19 settembre 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Parole amare quelle di Giulia Adamo che lascia l'UDC. In sintesi l'Adamo sembra dire: tanto si poteva fare, ma niente è stato fatto. Inequivocabili le sue dichiarazioni:  "Non è stato dato alcun seguito a quel processo di profondo rinnovamento che insieme avevamo promesso ai nostri elettori. Ho atteso con pazienza e fiducia che si volesse riprendere la politica del cambiamento, in assenza della quale è per me impossibile mantenere la presidenza regionale del partito, al quale auguro di ritrovare la forza e la passione  civile di cui la Sicilia e il nostro Paese hanno grande  bisogno. Rassegno, pertanto, le mie dimissioni dal partito per dedicarmi interamente all'attività amministrativa, che mi dà la responsabilità, ma anche la libertà, di agire esclusivamente nell'interesse del territorio che mi ha eletto".

Queste dimissioni lasceranno di sicuro il segno, si sta parlando di un esponente politico su cui l'UDC puntava molto. Da queste dimissioni in poi l'UDC non sarà più una oasi felice come tante volte gli stessi esponenti la volevano dipingere.

Letto 347 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. Una Voce Libera ha detto:

    Bravissima Giulia Adamo !
    …Dentro dell’UDC non si capisce piu’ niente un vero Caos !
    …UDC ha solo da 1 a 2 % di Voti !

  2. sparta ha detto:

    Adesso ci prova con Renzi.
    Le bandiere sono così, girano a secondo come soffia il vento.
    Scilipotismo si dice al maschile, adamismo al femminile!
    Votatela comunque, questa è l’Italia che meritiamo.

  3. davide ha detto:

    Meglio pochi ma buoni,mai contro il governo

  4. alcamonondorme ha detto:

    la percentuale etilica nell’UDC sarà notevolmente ridimensionata…

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>