Rinvenute tre lettere inedite di Garibaldi a Fra’ Pantaleo

Pubblicato: lunedì, 16 settembre 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CASTELVETRANO. Grazie all'operato del Dr. Vincenzo Maria Corseri, consulente per le attività culturali della Civica Amministrazione , sono state ritrovate tre lettere autografe di Giuseppe Garibaldi indirizzate al castelvetranese Fra’ Giovanni Pantaleo, patriota e cappellano dei Mille. Le tre missive, cui se ne deve aggiungere una quarta, indirizzata sempre a Pantaleo, di Stefano Canzio (genero di Garibaldi e figura di rilievo nella spedizione garibaldina),fanno parte del prezioso lascito documentario e librario alla Città di Castelvetrano Selinunte da parte degli eredi dello storico e drammaturgo castelvetranese Gianni Diecidue, che comprende diverse centinaia di volumi, decine di manoscritti, alcuni importanti documenti storici sulla cultura siciliana e molte lettere di storici, intellettuali e letterati con i quali lo studioso ha intessuto, fin dagli anni giovanili, una fitta corrispondenza: basti citare il nome del grande storico e politico antifascista Gaetano Salvemini (di cui il Fondo custodisce ben sette lettere) o quello di Armando Borghi, giornalista ed esponente di spicco del pensiero anarchico in Italia. I suddetti documenti, a breve, saranno esposti in via permanente presso i locali dell’Archivio Storico “Virgilio Titone” della Città, che ospitano già la mostra dal titolo “Il cammino di Garibaldi: Castelvetrano e Partanna percorrendo la strada provinciale Zangara dei Prefetti Amari”: un’iniziativa che intende rivalutare il ruolo fondamentale che la città di Castelvetrano, insieme a Partanna e agli altri Comuni di Sicilia, ebbe nel sostenere la spedizione dei Mille.

Letto 1282 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>