Cambiamenti si oppone alla chiusura del liceo artistico a Castellammare

Pubblicato: giovedì, 22 agosto 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CASTELLAMMARE DEL GOLFO - A partire dallo scorso anno scolastico 2012/2013 è stato attivato presso il Liceo Classico “F. Vivona” dell’ I.I.SS. “Mattarella - Dolci” di Castellammare del Golfo, l’indirizzo di studio Liceo Artistico. La prima classe era stata autorizzata dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Trapani per lo scorso anno scolastico con 15 alunni iscritti, in deroga alla normativa nazionale. Per l'anno scolastico 2013/2014, ormai prossimo, hanno invece presentato istanza di iscrizione 14 alunni di cui 5 diversamente abili. Per far fronte a tali iscrizioni il Dirigente Scolastico dell’ I.S. “Mattarella Dolci” di Castellammare del Golfo in applicazione ad una circolare del MIUR ha richiesto in organico di diritto e successivamente con l’adeguamento dell’organico di fatto la classe “articolata” Liceo Classico (13 iscritti) e Liceo Artistico (16 iscritti di cui 5 diversamente abili). Tale richiesta risulta essere senza oneri aggiuntivi a carico dell’amministrazione, poiché l’organico dei docenti utilizzati è quello del Liceo Classico integrati dai docenti delle discipline di indirizzo del liceo Artistico già di ruolo nella scuola.

Ma tele richiesta servirà a poco poichè il neo liceo artistico di Castellammare pare essere destinato a chiudere a causa dell'applicazione delle vigenti rigide normative sui numeri necessari per la formazione delle classi poichè non si raggiungono i 15 iscritti. Tutto ciò si sta però verificando senza che le istituzioni scolastiche alzino un dito per la tutela di questo indirizzi di studio.

Proprio a tutela del liceo artistico l'Associazione Cambiamenti ha inviato una lettera al Prefetto di Trapani e a diverse figure istituzionali nell'ambito scolastico per tentare di salvare questo importante indirizzo di studi che permetterebbe a molti studenti che vogliono applicarsi in tale ambito di non dover viaggiare ogni mattina per raggiungere la scuola, così come di fatto avviene da sempre, considerando che gli istituti artistici più vicini sono a Trapani o a Palermo.

Nella lettera si legge: "Nella valutazione del caso di Castellammare, forse è opportuno prescindere dal contingente. Non si tratta di risolvere un problema di poche famiglie, ma di rispondere ad una precisa esigenza del territorio: la possibilità di scegliere un corso di studi in una gamma più vasta e completa, senza eccessivi disagi. Il Liceo Artistico potrà così continuare nel tempo attraverso un'azione di orientamento serena che miri ad informare obiettivamente l'utenza, senza creare allarmismi e deterrenti inutili. Forse l'esiguo numero di iscritti di quest'anno è dovuto proprio alla mancanza di un adeguato programma orientativo nelle varie scuole della zona.

In questa sede non si chiede di forzare la legge, ma di assecondarla e di interpretarla nel senso più favorevole ai richiedenti. Ci permettiamo di riportare qualche stralcio della circolare del MIUR N. 25 del 19/3/2012, al fine di dimostrare la legittimità della richiesta e di favorirne un riscontro positivo: “Particolare attenzione dovrà essere riservata alle condizioni di disagio legate a specifiche situazioni locali ...”. Da un'indagine condotta dai genitori risulta che i tempi di percorrenza per raggiungere le sedi di Trapani o di Palermo sono improponibili, soprattutto per gli studenti diversamente abili.  “Al fine poi di garantire un'offerta formativa più ampia, è opportuno salvaguardare comunque i corsi unici in ambito provinciale e quelli presenti nelle zone particolarmente disagiate”.

Attivare la classe, per noi rappresenta non solo materializzare le scelte dei nostri figli, ma il primo passo per far sì che questo fondamentale percorso scolastico non scompaia da Castellammare e che la produzione artistica si inserisca in un preciso programma di promozione turistica già in atto nel comune.

Confidando nel Suo interessamento e nella Sua attenzione  per il delicato ed importante compito che Lei svolge nel  promuovere e consolidare le sinergie presenti sul territorio a garanzia dei diritti dei cittadini e soprattutto per i diversamente abili, Le chiediamo di intercedere per l’attivazione della classe prima del Liceo Artistico o in subordine della classe “articolata” Liceo Classico-Artistico."

Letto 875 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>