SEL si esprime sulle ultime vicende politico-amministrative alcamesi

Pubblicato: mercoledì, 17 luglio 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. Attraverso un comunicato stampa, il Circolo SEL di Alcamo, ha espresso le proprie perplessità e opinioni, sull'attuale situazione politico-amministrativa alcamese:

"Quanto sta avvenendo ad Alcamo nelle ultime settimane, testimonia l'involuzione sui temi della trasparenza e nettezza politica che investe la  giunta di centrosinistra. Un condizionamento, evidenziato dagli ultimi gravi rimandi di cronaca, che a noi appare ormai largo e non più riconducibile esclusivamente al solo centrodestra, ma patologicamente divenuto consuetudine di alcuni settori del PD. Aldilà delle prime risultanze emerse dagli organi inquirenti e rese pubbliche dalle testate giornalistiche nazionali, la vicenda che prende spunto dalle intimidazioni subite dall'ex senatore Papania rientra in un quadro deviato della gestione della cosa pubblica. Vicende che chiedono una risposta seria ed esaustiva da parte del centrosinistra, e in particolar modo del suo principale partito di riferimento.

Inoltre, appare incomprensibile la decisa virata a destra fatta dal sindaco Bonventre con il recente rimpasto di giunta. Alcamo è l'unico comune della provincia di Trapani ad avere ininterrottamente, fin dal 1993, un'amministrazione comunale guidata da coalizioni di centrosinistra, un primato che Bonventre rischia di vanificare con le sue ultime decisioni. Tradendo il mandato degli elettori e a discapito di quelle componenti che hanno contribuito alla sua elezione, il sindaco ha nominato tre nuovi assessori appartenenti ad un'area politica estranea alla lunga storia del centro sinistra ad Alcamo. Ciò che è stato buttato fuori dalla porta, molti anni addietro, rischia di rientrare dalla finestra!

Oltre ad un ripensamento su queste scelte, chiediamo al sindaco di imprimere una netta svolta alla sua azione amministrativa, ed a contribuire a fare chiarezza sugli aspetti torbidi evidenziati dalla recente inchiesta giudiziaria. Emerge la necessità di un dibattito pubblico su cosa sia diventata la politica in questo territorio, a cui noi non ci siamo mai sottratti, e a cui non ci sottrarremo neanche adesso. Una chiarezza che deve anche interessare l'amministrazione e le forze di maggioranza che sostengono il sindaco Bonventre, amministrazione rispetto alla quale SEL ha scelto di porsi all'opposizione, per chiarire politicamente sino a che punto il condizionamento del voto inquinato abbia alterato il responso democratico. Un doveroso atto di trasparenza da cui trarre, se dovute, le opportune conseguenze politico-amministrative".

Letto 395 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. Giulia ha detto:

    Ha ragione Fundarò se ha vinto il centro sinistra che ci stanno a fare in giunta personaggi tipo Melodia che per anni è stato indicato come assessore da candidati sindaci di centro destra.
    Penso che Bonventre abbia fatto un ribaltone in salsa alcamese.
    Lo stesso aveva fatto Lombardo alla regione, vincendo con il centro destra e poi alleandosi per governare con il PD di Genovese Cracolici Buzzanca e del Fli Sparma. Tutti indagati !!!!!

    Ho la sensazione che i ribaltoni sono fatti per interessi strani!!!!!!

  2. Alessandro ha detto:

    Sebastiano ti abbiamo votato ma è troppo grave quello che è emerso inequivocabilmente dalle intercettazioni. Per la tua storia professionale e umana le dimissioni ti farebbero solo onore.
    Mi dispiace ma non puoi continuare a fare il sindaco con 30 voti di scarto dopo quello che è stato appurato. E’ ridicolo.
    Mi dispiace è qullo che penso.

  3. alcamonondorme ha detto:

    e bravo FUNDARO’…questa volta ci hai azzeccato…anche a dimetterti da un comune dove la maggioranza non e’ mai stata di sinistra e nemmeno il sindaco…la stessa maggioranza passa attraverso il comune di SALEMI (vedi PINO TERREMOTO) e il quartiere Santo Padre…storicamente ad appannaggio di FORZA ITALIA.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>