Le motivazioni di Massimo Fundarò

Pubblicato: martedì, 9 luglio 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. Sono arrivate tramite una nota stampa le motivazioni dell'ex Assessore all'Ambiente e al verde, Massimo Fundarò, sulla sua decisione di dimettersi dalla giunta guidata dal Sindaco Sebastiano Bonventre.

Ecco il testo integrale:

"Ho ritenuto che il clima di incertezza venutosi a creare non giovasse all’Amministrazione ed alla Città, per questo motivo ho presentato oggi le mie dimissioni da assessore.

Non essendoci più le condizioni personali e politiche per la mia permanenza in giunta ho preso questa decisione.

Credo di avere svolto al meglio e con passione il mio incarico nell’interesse esclusivo dei miei concittadini. Il recente riconoscimento da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la gestione dei rifiuti ad Alcamo, che la pone all’avanguardia in Sicilia e nel Meridione, testimonia il mio impegno e la maturità civica raggiunta dagli alcamesi.

Fra i tanti obiettivi raggiunti, mi preme rilevare: la realizzazione, dopo oltre vent’anni del nuovo cimitero; il progetto per il rifugio sanitario per i cani; gli interventi fitosanitari che hanno salvato le nostre palme; l’avvio di una nuova politica di mobilità sostenibile con il recupero delle bici elettriche di cui già possono fruire i cittadini e del bus elettrico che circolerà nelle prossime settimane; mi rimane un solo rammarico non aver completato il progetto del parco suburbano già intitolato alla mia amica Caterina Stellino.

Auguro al Sindaco Bonventre e agli assessori un buon lavoro per rendere migliore la qualità della vita della nostra Città".

Letto 389 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. giacomo ha detto:

    CIMITERO? Ma se non mi ricordo male il cimitero è stato inaugurato 5, 6 anni fa. Se fosse stato per lei ci sarebbe ancora il problema del cimitero.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>