L’isola dei sogni (di plastica)

Pubblicato: venerdì, 14 giugno 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Il biglietto per arrivare costa molto perché si sposta continuamente, in compenso il prezzo del soggiorno è molto basso...

L’isola dei sogni ha tutto per diventare il luogo più “cool” dell’estate:

- Se volete essere al passo con i tempi,

- Se siete alla ricerca di soggiorni esclusivi ma a buon prezzo,

- Se vi piace poter dire di aver scoperto per primi un luogo in cui non trovare il solito palermitano che ha piazzato già al mattino il suo ombrellone in prima fila,

- Se volete provare il brivido di sapervi in mezzo all’oceano a contatto con gli elementi della natura,

- Se comunque non volete privarvi del rassicurante contatto offerto dai materiali moderni,

VENITE SULL’ISOLA DEI SOGNI

Si trova in pieno Oceano Pacifico, ma ne esistono comunità satellite anche negli altri grandi oceani. Come spiegato nel sito ufficiale di quello che è ora uno stato indipendente (http://www.garbagepatchstate.org) il territorio dell’Isola è in continua evoluzione ed accrescimento, grazie al contributo fattivo dell’intera popolazione mondiale che ne apprezza l’eccezionalità e, anzi, si adopera per fare in modo che ogni oceano che si rispetti ne abbia una che possa competere in dimensioni con quella principale.

Ecco l’estensione approssimativa dei confini dello Stato con tutte le Isole dei sogni negli oceani di tutto il mondo (espressa in tonnellate):

Stato Federale Localizzazione (oceano) Superfice (skm) Popolazione (ton)

Great Garbage Patch Pacifico (nord) 8.095.000 (skm) 20.240 (ton)

Western Garbage Patch Pacifico (sud) 715.520 (skm) 2.860 (ton)

North Atlantic Garbage Patch Atlantico (nord) 3.625.753 (skm) 9.064 (ton)

Atlantic Garbage Patch Atlantico (sud) 1.296.180 (skm) 2.590 (ton)

Indian Garbage Patch Indiano 2.183.480 (skm) 2.185 (ton)

Il prezzo del soggiorno sull’Isola è bassissimo, il materiale impermeabile per ripararvi dalle eventuali piogge non mancherà ed è assicurata una super-abbronzatura procurata da oggetti riflettenti frammezzati all’acqua.

Ulteriori informazioni  troverete all’Apertura del Padiglione Nazionale del Garbage Patch State, cortile dell’Università di Ca’ Foscari, Venezia in concomitanza con la 55° Biennale Arte (con il patrocinio di: Ministero Italiano dell’Ambiente e la collaborazione di: Ca’ Foscari sostenibile - Università di Ca’ Foscari - Arte per la Sostenibiltà 2012).

Per quanto riguarda i trasporti necessari ad arrivare a questa ambita meta delle vacanze, dato che è galleggiante l’Isola potrebbe subire degli spostamenti in base alle correnti, per cui non si conosce in anticipo l’ubicazione esatta. Perciò il comandante della nave non può farvi un preventivo di spesa, non potendo prevedere il tempo necessario a raggiungerla. Ma non preoccupatevi, è talmente grande (due volte il Texas e in continuo aumento) che non potrà sfuggirvi.

E se sentite la nostalgia di casa state tranquilli: guardatevi bene attorno perché è possibile che riconosciate tra i tanti oggetti che avrete attorno l’anta di una vostra vecchia cucina o l’involucro della vostra vecchia tivù che galleggiano accanto a voi. Le care vecchie cose di plastica!

Letto 2070 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>