DirittoAnimale si batte per i cani alcamesi

Pubblicato: giovedì, 30 maggio 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. DirittoAnimale è un'associazione di Volontariato che riunisce un folto numero di persone che hanno a cuore la sorte degli animali del territorio, in special modo i tanti randagi che popolano il territorio di Alcamo. Nasce a dicembre dello scorso anno e conta già un buon numero di soci.

La loro iniziativa, nata sicuramente per garantire ai tanti trovatelli, meticci e quant'altro una sorte migliore, è volta più che altro a sensibilizzare la popolazione essenzialmente su due tematiche: sterilizzazione degli animali, poichè nei periodo di calore questi animali mettono al mondo cucciolate di cui purtroppo quasi nessuno si cura e che rischiano di finire nei vari canili; e microchip, quel piccolo dispositivo che funge da carta di identità per l'animale e permette, in caso di smarrimento, di trovare subito il padrone. Il microchip, in particolare, è un obbligo di legge che viene punito con sanzioni ma a tutt'oggi non tutti se ne curano particolarmente e molti cani pur avendo un padrone non sono identificati dall'anagrafe canina.

L'associazione, che ci tiene a sottolineare che non ha alcun canile a disposizione, si occupa di pubblicizzare e far girare ai diversi contatti (soprattutto tramite social network) foto e informazioni dei vari trovatelli, per garantire loro una sorte migliore. Ma non si tratta di un semplice smistamento fine a se stesso loro intendono il passaggio del cane all'affidatario come una vera e propria adozione e curano nei minimi dettagli il pre e il post di tale evento, con questionari e contatti anche dopo che l'affido è avvenuto. Ciò che interessa loro è, infatti, garantire che il cane abbia una sorte migliore da quella da cui proviene.

Attualmente Alcamo non gode di un canile comunale e i cani vengono spesso inviati dal presidio sanitario preposto (che a breve chiuderà) al canile Mister Dog di Crotone, a spese dei contribuenti. Il comune, tuttavia, intende dotarsi di un luogo dove ospitare, anche se solo temporaneamente, i tanti cani randagi e abbandonati. Un progetto prevede che sorgerà in c/da Tre noci su un terreno confiscato alla mafia proprio grazie all'interessamento dell'amministrazione.

I tanti associati di DirittoAnimale invece continueranno a lavorare alla sensibilizzazione di Alcamesi e non solo, andando nelle scuole a far conoscere ai più giovani l'importanza della cura degli animali, e continuando ad organizzare eventi che metteno in primo piano tali tematiche. Il 9 giugno prossimo l'associazione sarà impegnata al Fluxus con un Aperidog, dalle 12 in poi.

Chiunque volesse maggiori informazioni o volesse aderire all'associazione può visitare il sito:

http://dirittoanimale.wordpress.com/?SD

o scrivere loro al seguente indirizzo di posta elettronica:

info@dirittoanimale.it

Letto 531 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>