Bonventre risponde alle accuse rivolte all’Amministrazione

Pubblicato: giovedì, 2 maggio 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. Il Sindaco Sebastiano Bonventre ha deciso di rispondere alle accuse mosse alla sua giunta dal quotidiano "Giornale di Sicilia". Più che di immobilismo e disordine parla di notevoli difficoltà dettate dal difficile periodo storico che sta attraversando Alcamo e non solo con tutte le conseguenze economiche che questo comporta. Sembra togliere ogni dubbio anche su presunti rimpasti che al momento non sembrano prioritari.

Il Primo Cittadino alcamese risponde testualmente: “L’attività della mia Giunta si caratterizza per la sua operatività, certamente non per immobilismo e disordine come invece riportato sul GdS di ieri”.

Poi continua: “Semmai l’operato della mia Amministrazione è stato e continua ad essere sottoposto all’attuale crisi economica, una congiuntura sfavorevole che giocoforza colpisce i governi comunali. I tagli della spesa pubblica, i ridotti e talvolta mancati trasferimenti dallo Stato e dalla Regione verso i Comuni hanno creato e continuano a creare vere situazioni di disagio che naturalmente si riflettono sulla vita dei cittadini. E’ giusto che gli alcamesi sappiano che lo sforamento del Patto di Stabilità è da imputarsi a cause non attribuibili a comportamenti dell’Amministrazione; che l’IMU applicata è al di sotto delle aliquote nazionali; e soprattutto che spesso spendere i soldi pubblici è impossibile perché i vincoli imposti dalla burocrazia sono tali che non consentono all’Amministrazione di agire come vorrebbe.

Nonostante ciò la mia Giunta è riuscita in soli 7 mesi a ridurre la spesa corrente di circa 3 milioni e 200 mila euro senza ripercussioni sugli standards dei principali servizi, semmai migliorandoli, servizi fra cui asili nido, scuole materne, rsu assistenza anziani e disabili, raccolta rifiuti solidi urbani e quant’altro.

Ed ancora il Sindaco, Sebastiano Bonventre, afferma “è opportuno guardare all’operato della macchina amministrativa da un punto di vista politico che socio economico ovvero di attenzione concreta che l’Amministrazione ha avuto e, naturalmente continuerà ad avere, per tutto l’iter legislativo, verso i problemi della cittadinanza; occorre guardare e valutare i fatti, prestare fede agli stessi e non lasciarsi impressionare da interpretazioni fuorvianti, poiché il rischio gravissimo che si corre è che possano innescarsi seri problemi di tensione e disordine sociale”.

E conclude Bonventre in merito al ventilato rimpasto della Giunta “dopo un anno di attività della mia Giunta, l’operato degli assessori è sotto gli occhi di tutti, ogni cambiamento, se cambiamento se dovrà esserci, sarà valutato in un’ottica più complessiva che attiene alla gestione del governo di una Città”.

Letto 531 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. salvo ha detto:

    dopo un’anno ,adesso hai la possibilita’ di fare la prima cosa di buon senso.Dimettiti e ritorna ad essere quello che eri prima ……ci tengo ,elettore pentito

  2. leonardo ha detto:

    Vigilate sulla AIMERI oramai la raccolta differenziata è un optional!!!!!

    Piccoli montagnette di rifiuti si vanno accumalando. le strade non si puliscono più come una volta!!!

    Sindaco assessori e consiglieri svagliatevi prima che sia troppo tardi!!!!!

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>