Delitto Don Michele: piste improbabili per i familiari

Pubblicato: sabato, 2 marzo 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

TRAPANI- Resta ancora avvolto nel mistero l'omicidio di padre Michele. Ieri sono stati celebrati i funerali del parroco presso la chiesa del Crocifisso di Calatafimi, paese natale di don Michele Di Stefano a cui erano presenti il fratello e la sorella giunti da New York dove ad oggi vivono. Le supposizioni che si sono fatte negli ultimi giorni, in merito alla morte dell'anziano prete, gettano un'altra ombra sulla diocesi trapanese dopo il caso Micciché - Treppiedi. A queste insinuazioni risponde Diego Todaro, nipote di padre Michele , che etichetta queste affermazioni come congetture confutabili dalla vita che l'uomo conduceva a fianco dei fedeli. Gli stessi familiari, non trovano ancora una spiegazione a tale delitto e non avanzano ipotesi di nessun tipo.

Letto 382 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. Il Cittadino Attivo ha detto:

    Quando viene ucciso così barbaramente un Servo della Chiesa, un Sacerdote, un uomo come il nostro caro Don Michele vuol dire, sicuramente, che in generale la società ha toccato il fondo…. Ed in particolare, con riferimento al/ai autore/autori di un tale vile gesto inconsulto non ci sono parole per descriverne il disprezzo!!! Pace alla pia anima del N.H. Mons. Michele Di Stefano. Sentite condoglianze.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>