Firmato protocollo d’intesa tra il Comune di Alcamo e la Finanza

Pubblicato: venerdì, 11 gennaio 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO - Ieri mattina incontro tra il Sindaco, dott. Sebastiano Bonventre, e il tenente della Guardia di Finanza di Trapani, Verdiana Pisa, al fine rendere attuativo il Protocollo d’intesa approvato dalla precedente Amministrazione.

Tale protocollo prevede l’avvio di un rapporto di collaborazione finalizzato ad individuare i soggetti passivi sconosciuti al sistema informativo dell’Ente Locale, obbligati alla tenuta di Partita IVA, nonché al controllo sull’osservanza degli obblighi di versamento degli stessi in materia di TARSU ed ICI ed anche al controllo nei confronti di beneficiari di Prestazioni Sociali Agevolate erogate dal Comune.

Presenti all’incontro anche l’assessore all’economia, Gianluca Abbinanti e l’assessore alla legalità, Elisa Palmeri.

Il Sindaco Bonventre: “La cooperazione fra il Comune di Alcamo ed il Comando Provinciale della Guardia di Finanza è volta naturalmente a vigilare sul versamento della TARSU, dell’ICI da parte dei soggetti suddetti e a verificare la correttezza dei requisiti previsti nei confronti dei soggetti beneficiari di P.S.A.". “Naturalmente - continua Bonventre - il Comune si impegna a fornire ogni notizia utile richiesta dal Comando per rendere operativa l’esecuzione degli accertamenti avvenuti”.

Il Comando, a sua volta, comunicherà al Comune l’esito delle attività ispettive, segnalando le irregolarità rilevate e le informazioni indispensabili per l’eventuale determinazione della base imponibile delle imposte e tasse.

Alla fine dell’incontro, la volontà emersa da ambo le parti è quella di rendere operativo, nel più breve tempo possibile, il Protocollo, impartendo le opportune disposizioni del caso agli uffici preposti.

Letto 492 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. elio ha detto:

    Salvatore Nicolosi ma per caso vorresti insinuare che sono controllori e controllati? e che basti affidare loro una pratica per risultati veloci certi e sicuri?
    Sei un “malapinsanti”!
    Il vero problema è, a parte gli uffici privati gestiti dagli stessi a cui non puoi neanche rivolgerti stante la la grande quantità di clienti in attesa, che sono tutelati da una classe politica che è inutile stare a definire e l’unica speranza rimane l’intervento immediato della magistratura in quanto il Sindaco credo che poco possa fare, anche se animato da buoni propositi ( vedi spostamenti solo per 27 persone a fronte di 150 e risultato pari a zero spostamenti tutti dietro le scrivanie e non parliamone più), se poi aggiungi a queste premesse che un bel numero di precari lo paga direttamente il comune senza alcun contributo regionale vedi che bel quadretto ottieni.
    Staremo a vedere! la speranza è sempre l’ultima a morire.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>