Sucameli scrive a Bonventre per ritirare il bando sulle aree verdi

Pubblicato: mercoledì, 12 dicembre 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0
ALCAMO. Il consigliere provinciale Giacomo Sucameli scrive al sindaco di Alcamo e chiede di ritirare, per autotutela, il bando su affidamento, sponsorizzazione e collaborazione per la gestione delle aree verdi cittadine. Nel bando, secondo Sucameli, ci sono molte inesattezze che potrebbero rivelarsi negative per il comune stesso. Secondo il consigliere "nell’avviso si rileva: a) Che non vengono predeterminati i criteri selettivi. b) Non sono previsti i termini di presentazione delle richieste e dei relativi progetti. c) Che non vengono predeterminati i criteri selettivi. Esiste oramai giurisprudenza consolidata in ordine alla obbligatorietà per l’ente locale di dare corso ad una procedura competitiva per la scelta del concessionario anche in caso di concessione di beni demaniali o patrimoniali. d) Non risulta allegato alcun capitolato d’oneri. e) Al quinto capoverso dell’art.22 del regolamento comunale del verde pubblico si prevede che la selezione delle proposte dovrà avvenire con procedure di evidenza pubblica. Nello specifico, non solo l’avviso deve essere pubblico, ma anche la selezione delle proposte avanzate dagli interessati a seguito dell’avviso entro un termine determinato. Visto  quanto evidenziato ai precedenti punti a,b,c,d,e si chiede il ritiro del suddetto bando in autotutela."
Letto 455 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. za ha detto:

    giusto!!

  2. za ha detto:

    TRASPARENZA….

  3. Giacomo ha detto:

    Sucameli ha perfettamente ragione!

  4. bunga bunga ha detto:

    Devo dare atto che questa volta Sucameli l’ha azzeccata.
    Il bando era impresentabile.

  5. Federico ha detto:

    Non è possibile presentare un bando cosi. Quasi sembrava che si volessero favorire imprese “amiche”.
    La trasparenza e la legalità deve indirizzare l’attività amministrativa il Crocetta di questo giorni DOCET.

  6. Massimiliano ha detto:

    Non si può non convenire con il sucameli, stavolta ha ragione.
    Un bando da criticare sia nel merito che nella forma!!!

  7. rosa ha detto:

    Il bando lascia alquanto perplessi. Esternalizzare dei lavori che potrebbero benissimo fare gli ottocento precari del comune mi sembra uno spreco enorme. infarcire le nostre ville con gazebo e cartelloni pubblicitari di dubbio gusto.

  8. ROBERTO ha detto:

    Non si può non essere d’accordo con Sucameli. Fare un bando del genere è da scellerati.
    Come cittadino mi sento defraudato delle ville, che peraltro potrebbero essere fatte gestire dai precari.

  9. Emanuele ha detto:

    Per me Sucameli ha ragione, il bando mi sembra scritto per rendere altamente discrezionale la scelta del Comune. E la discrezionalità può diventare arbitrarietà in tempo di elezioni.

  10. Felice ha detto:

    penso che il bando sia stato fatto in buona fede, ma ha ragione Sucameli troppe lacune.
    Si devono chiaramnte indicare le cause drisolutive del rapporto che potrebbero essere sporcizia, trascuratezza, chiusura della villa nei festivi, opere abusive anche mobili, e quant’altro. Non bisogna far diventare il privato padrone arrogante.
    Anche se la soluzione migliore sarebbe la revoca e l’affidamento ai precari, che se rifiutassero dovrebbero essere licenziati.

  11. Giulio ha detto:

    La prima cosa sensata che sento da Sucameli (sia padre che figlio)!!!

    Annulliamo stu bando che serve a fare clientela politica.

    UTILIZZIAMO I PRECARI

    UN PRECARIO DEL COMUNE

  12. giuseppe ha detto:

    Finiamola! la gestione di un bene pubblico deve essere fatta dal Comune con le proprie risorse umane in primis.

    Bene dice Sucameli

  13. Elena ha detto:

    Ha ragione Sucameli (che non ho votato e mai penso voterò mai).
    Il bando è assolutamente carente e privo di paletti ben definiti.
    Facciamo gestire i parchi ai precari chi si rifiuta va fuori!

  14. Giacomo ha detto:

    Finiamola con il clientelismo.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>