Carini si prepara al Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica che offrirà 1200 posti di lavoro

Pubblicato: mercoledì, 28 novembre 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CARINI- Sorgerà a Carini il nuovo Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica (CBRB) della Fondazione Ri.med (Ricerca scientifica nel Mediterraneo). Una struttura all'avanguardia che offrirà circa 1200 posti di lavoro e un'opportunità concreta agli specialisti nei campi, aprendo nuove prospettive nell'ambito delle nuove terapie, dai vaccini alle tecniche di medicina rigenerativa che potranno, un giorno, rendere obsoleti i trapianti d'organo.

Il centro è supportato da una partnership fra governo italiano, Regione siciliana, CNR, Università di Pittsburgh e University of Pittsburgh Medical Center (UPMC) - avrà un'estensione di 31.000 mq e sarà realizzato su un terreno di 16 ettari che la Regione siciliana ha donato alla Fondazione.

Il progetto, che ha vinto il concorso bandito lo scorso anno, è stato concepito all'insegna di un impatto ambientale minimo, proprio in virtù delle tecnologie all'avanguardia e dei materiali che verranno utilizzati per la sua realizzazione. Esso ospiterà biologia strutturale e computazionale, ricerca di nuovi farmaci, sviluppo di vaccini, sviluppo di dispositivi biomedici, medicina rigenerativa e ingegneria dei tessuti, Imaging molecolare e neuroscienze.

Il progetto è stato presentato in grande stile, alla presenza dei ministri alla salute e alla ricerca e con l'intervento in video conferenza dello stesso presidente del Consiglio Monti, e verrà realizzato entro il 2016 con una spesa preventivata di 210 milioni di euro, comprendendo all'interno dell'area anche un nuovo ospedale da trecento posti letto collegato al CBRB.

Letto 733 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>