Caldarella: “Protesto per le famiglie alcamesi”

Pubblicato: domenica, 25 novembre 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. Il consigliere Ignazio Caldarella da giorno 22 occupa l'aula consiliare del comune di Alcamo per protestare riguardo la vicenda dei precari; molti di questi, infatti, già dal 31 dicembre potrebbero non avere rinnovato il contratto.

1) Quali sono le motivazioni per le quali ha deciso di occupare l'aula di consiglio? Le motivazioni sono molteplici; prima tra tutte la salvaguardia dei precari che da oltre vent'anni lavorano per il nostro comune. Essi ricoprono settori di grande importanza per le loro specifiche competenze. Non è vero che sono la causa del dissesto economico del comune poichè molti di questi non costano direttamente al comune e altri ricadono nelle spese del comune solo per il 20%; in un anno i precari incidono sul bilancio comunale per circa 200 mila euro. Ad esempio per quanto riguarda la loro utilità basti considerare che l'illuminazione pubblica, che prima costava 800 mila euro al comune, adesso è garantita dai dipendenti stessi grazie al semplice acquisto di un cestello che evita l'appalto per il servizio a ditte esterne al comune. La loro funzione è molto importante in molti settori come quello della Pianificazione Urbanistica, vero polmone per l'economia della città di Alcamo, dove da lunedì in poi mancherà il 70 % dei lavoratori. Solo questo settore permette al comune un introito di 3 milioni e mezzo di euro grazie, anche, al lavoro di queste persone. 2) Condivide ciò che il consigliere Ruisi ha detto in merito alla riqualificazione dei precari? Si condivido ciò che il consigliere ha espresso. Penso anche che la maggior parte di loro dia già un forte contributo al comune. 3) Cosa possono fare l'attuale sindaco e l'amministrazione? Il nuovo Sindaco non ha colpe ma ha le responsabilità per ciò che avverrà nel futuro. L'operato di Bonventre si potrà valutare soltanto in base alle responsabilità che egli stesso si assumerà a partire dal nuovo bilancio. 4) Durante il consiglio di ieri ha ricevuto diverse critiche, come risponde? Ogni volta che c'è un iniziativa di un consigliere le critiche sono sempre presenti ed è vergognoso fare la guerra a me perchè non ho mai cercato medaglie nè di essere considerato un eroe. Mi sono semplicemnte sentito di dare una mano alle famiglie di Alcamo che lavorano al comune; infatti non è incerto solo il futuro di queste persone ma quello di tutta la città. 5) Pensa di occupare l'aula anche per altre motivazioni direttamente imputabili al comune? Farò tutto ciò che c'è da fare perchè i problemi della città sono di tutti e non solo delle forze pubbliche. In futuro mi schiererò con il sindaco o con gli altri consiglieri se penso che stiano facendo bene.
Letto 675 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. antonino ha detto:

    cardare lo fai per ituoi famigliari ho quelli di tua moglie che ai sistemato ho per i voti di tutti larticolisti che ai nel cuore finiamola nessuno e stupido.

  2. antonino ha detto:

    finiamoli con questi sprechi e vanno veramente a lavorare come fanno tutte le famiglie

  3. Libero ha detto:

    Esiste un consigliere comunale che occupa la sala consiliare per dare voce all’altra faccia della medaglia, ovvero le persone libere da segreterie politiche che aspettano un regolare concorso pubblico? Questi articolisti vanno messi in gioco, studiando e affrontando una regolare concorrenza. Chi conosce l’Art. 3 e 97 della costituzione?

    • Alex ha detto:

      purtroppo il diritto allo studio ci è negato…. non danno i permessi per l’università… i corsi di aggiornamento spesso non sono comunicati o solo quando non c’è + tempo utile per presentare le domande…a me il corso ai BB.CC.AA. è venuto a farlo il Soprintendente in ufficio perchè in quanto A.S.U. non vevo diritto ad andare a Trapani a farlo…Stiamo parlando di diritti violati anche per noi…Stai tranquillo che se avessi saputo che avrei fatto questa fine mi sarei dato da fare…i miei non potevano permettersi l’Università fuori 25 anni fa..non come tanti figli di papà di oggi….

  4. Libero ha detto:

    Mi aspetto che il prossimo consiglio metta in evidenza e dia voce a tutte le persone che da anni sono assetati di lavoro e di trasparenza pubblica

  5. alcamonondorme. ha detto:

    ‘Gnazzino for ever….CHIDDICI!!!!! UNMIRIRINIENTI!!!!!!!!!
    W I precari….W il Comune….precario….W tutti quelli che hanno creato questo disastro!!!!! O forse è stato uno solo? Boh!!!!!!!!!

  6. Antonino ha detto:

    Quel che conta e’ il nocciolo” del discorso, non la grammatica…perché sono tante le persone che all’interno del comune non conoscono la lingua italiana!! questo fa capire che anche una persona non colta può esprimere la propria opinione!

  7. NUOVA POLITICA ha detto:

    la verità è che la maggior parte dei politici alcamesi, che si fà carico dei problemi dei precari sono degli ipocriti,in quanto ne parlano solo durante o prima di qualche elezione.Mentre agli articolisti e precari vari ha fatto comodo questa situazione o per meglio dire si sono fatti illudere è continuano a farsi illudere piu che mai, da promesse che mai potranno essere mantenute. NON ANDATE PIU’ A VOTARE PER I VOSTRI PADRONI.

  8. uno dei migliai di disoccupati di alcamo ha detto:

    ma quale concorso hanno vinto queste persone per avere queste pretese del posto fisso??????sarebbe ora di iniziare a pensare a dei concorsi per potere assumere persone con titoli veri. BRACCIA RUBATE ALL’AGRICOLTURA.

  9. Federico ha detto:

    Non si capisce come il Comune possa risparmiare euro 800.000 di energia elettrica attraverso i precari!!!!!!!!!

    Ma se riescono a produrre 800.000 euro di corrente perchè non contattano la EON (magari attraverso Scala) e si fanno assumere da loro.

  10. alcamonondorme. ha detto:

    per Maria Concetta Torregorssa:
    CROCETTA non è laureato bensì Perito Chimico.
    Per la cronaca.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>