Tenta di corrompere il carabiniere con la refurtiva

Pubblicato: martedì, 13 novembre 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il giovane arrestato qualche giorno fa, Paride Pellegrino, ha offerto una somma di denaro ad un carabiniere per tentare di convincerlo a lasciar andare lui e il suo coetaneo, Leonardo Messina, coinvolto anch'esso nel furto in un'abitazione di Castellammare del Golfo. Dopo il fermo, infatti, ha offerto una parte della refurtiva al militare. Successivamente, comunque, i ragazzi hanno ammesso la propria responsabilità. Il P.M. Sara Morri aveva disposto la custodia cautelare in carcere ma l'intevento dei difensori, Nicolò Gervasi e Fabio Altese, ha permesso che i due imputati venissero rimessi in libertà con l'obligo di firma. Probabile il ricorso a riti alternativi per Pellegrino e Messina.

Letto 904 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>