Castellammare del Golfo ricorda l’emigrazione con la mostra “qui stiamo tutti bene”

Pubblicato: martedì, 11 settembre 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CASTELLAMMARE- Domani pomeriggio, alle ore 18.30, verrà innaugurata la mostra fotografica "Qui stiamo tutti bene, così spero di te...". La mostra si terrà nel salone della Societò Operaia di Mutuo Soccorso di Corso Garibaldi n. 67, e ospiterà delle immagini, selezionate dall'architetto Camillo Galante, che hanno per tema l'emigrazione castellammarese. Il motivo della scelta della tematica è quello di  stimolare la valorizzazione dell’emigrazione castellammarese e il riconoscimento della necessità ed importanza della conservazione della memoria e del ricordo di tale pagina, non secondaria, della storia locale; essa si incentra, infatti sui volti della gente che ha lasciato la sua terra e di quelli che hanno preferito rimanere. Si tratta in prevalenza di fotografie, della prima metà del ’900. Immagini di uomini, donne e bambini,  singoli o gruppi, che hanno costituito il cosiddetto “collante affettivo” per coloro i quali erano costretti a separarsi per cercare fortuna migrando verso lidi lontani. Si tratta, dice il curatore, Camillo Galante,  “di rappresentazioni di sè, nel reciproco tentativo di raccontarsi l'uno all'altro con la fotografia, di dare concreta testimonianza e senso a quel “qui stiamo tutti bene”, che era parte immancabile della comunicazione scritta; frammenti non sempre fedeli di realtà assai più complesse e contraddittorie”.

La mostra sarà visitabile fino al 18 settembre. Le immagini esposte, inoltre,  sono state utilizzate per un catalogo che include anche un frammento che mostra come la società di Mutuo Soccorso  sia stata costituita in altre quattro società in America nel primo '900.

Letto 397 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>