Incentivi per adozione cani

Pubblicato: martedì, 17 luglio 2012
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. Il consigliere A.Fundarò, capogruppo dei democratici al comune di Alcamo, ha avanzato una proposta al sindaco secondo cui si potrebbe, se non abolire almeno limitare il fenomeno del randagismo e dell'abbandono dei cani nel territorio. Premesso che già il comune si è da tempo allineato alle normative che prevedono per i cani trovati nel territorio sistemazioni in strutture adeguate e che in mancanza di un canile comunale, di cui è prevista la costruzione, vengano affidati a Mister Dog che pare si occupi adeguatamente della loro sopravvivenza; l'idea è quella di dare incentivi a chi si offre di adottare un cane. Un primo "premio" di 400 euro al compimento del primo anno, verificato l'ottimo stato di salute dell'animale e un secondo di 200 al compimento del secondo anno. Inoltre si propone la sterilizzazione gratuita per porre un freno al dilagare degli abbandoni di cani di pochi mesi ed altrettante agevolazioni ad associazioni che favoriscano le adozioni verso il nord.

Letto 6151 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. educazione ha detto:

    con tutto rispetto per i nostri amici a 4 zampe, credo che l’iniziativa debba essere rivolta alle tante famiglie che oggi non riescono ad arrivare alla seconda settimana di ogni mese e a tutte quelle persone in difficoltà.
    altro che premio o incentivazione.
    ma, mi chiedo, il cons. fundarò in quale pianeta vive?

    • alessandra cuscinà ha detto:

      Fundarò vive nello stesso pianeta in cui vivi tu, e proprio per questo, perché il pianeta è fatto di tutti gli esseri viventi inclusi gli animali che vengono decisamente bistrattati dall’uomo, quello stesso uomo che non arrivando a fine mese ritiene opportuno prendere un “membro della famiglia” – il cane – e buttarlo per strada.
      Ognuno faccia la sua parte: Fundarò si sta occupando del problema del randagismo sollecitato ripetutamente dagli animalisti alcamesi, tu – caro anonimo che avresti dimostrato più @@ firmandoti con nome e cognome – fai la tua parte e chiedi ai tuoi rappresentanti o allo stesso Fundarò cosa desideri per le persone che ti stanno tanto a cuore.
      Infine, per la mia esperienza personale, tutti quelli che fanno questa osservazione (mi dispiace comunicarti che è sempre, immancabilmente, ripetutamente la stessa da parte di tutti quelli che parlano parlano ma non fanno niente), che bisognerebbe pensare alle persone, ai bambini, agli esseri umani, quando devono fare qualcosa per questi soggetti spariscono nel nulla non facendo nulla né per cani né per cristiani, mentre – toh guarda che cosa strana! – chi ha sensibilità per gli animali si sbraccia anche per persone, bambini, disabili ed esseri bisognosi in difficoltà in genere. Se hai il coraggio di guardare un animale morire di fame o di sete e scacciarlo o pensare che c’è un altro essere vivente che merita più di lui, beh mi dispiace caro anonimo ma non sai cosa sia né la pietà né il rispetto per il prossimo (inteso come “tutte” le creature di questo pianeta) e dubito profondamente che se ti si presentasse un barbone alzeresti un dito per sfamarlo o aiutarlo.

    • Serena ha detto:

      Finalmente noto una proposta che insegna civilta’ verso gli animali e chi li ama .Per troppo tempo ho aspettato che Alcamo si evolvesse in questo senso e penso che stavolta siamo sulla giusta strada!Grazie signor Fundaro’ per essere il portavoce degli alcamesi sensibili e civili .Ricordo che il grado di civilta’ di un paese si vede da come questo tratta gli animali.

  2. educazione ha detto:

    la democrazia ha reso liberi anche nel commentare e nell esprimere le proprie opinioni, gli intervenuti hanno espresso i loro pareri, che rispetto ma non condivido.
    ai moralizzatori vorrei ricordare che io non metto in atto nessuna strumentalizzazione, non invito all’abbandono e non sono contrario alla creazione di un rifugio per i nostri amici a 4 zampe.
    credo che in un periodo di piena recessione e di difficoltà economiche, le priorità siano altre.
    il resto dei commenti lasciano il tempo che trovano
    ps.
    la critica dovete rivolgera a chi ha amministrato questa città per 20 anni e a chi nelle vesti di “esperto” non ha saputo, carpe diem ,quando la regione siciliana emanava i bandi per i finanziamenti per la realizzazione dei canili.
    l’ultimo comune che è riusito ad ottenere i finanziamenti è stato il comune di marsala nel 2006.

    • Cane ha detto:

      Ma quali canili? Qui non ha capito nulla mi pare? Ancora carcerati dobbiamo fare? Ancora soldi dobbiamo spendere? Ma questa è la crescita culturale che ci propone? Mah.

    • B.V. ha detto:

      Ciao Benedetto Vesco come stai? Avresti docuto nascondere la Tua mail:.. Ahahhahah

  3. Butera Giuseppe ha detto:

    Caro ” educatore “, per tua informazione ogni anno un cane costa al comune di Alcamo la bellezza di 900,00 €/ anno moltiplicato per 15 anni madiamente la vita di un cane otteniamo 13.500,00 €/anno a sua volta moltiplica tale cifra per 350 cani ti lascio immaginare la cifra. Quanto si spende? E quanto è il risparmio? E in fine quanto è il guadagno in pace e benessere interiore? Dato che sei cosi bravo a criticare consideralo oltre che dal punto di vista umanitario, anche da quello economico. Quindi non penso che la soluzione del Consigliera Fundarò sia così negativa. Anzi ci troveremmo con dei soldi risparmiati da potere utilizzare a favore delle famiglie.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>