Beatrice Monroy per Franca Viola stasera ad Alcamo

Pubblicato: venerdì, 1 giugno 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO. "Niente ci fu" è il titolo del libro di Beatrice Monroy che racconta la storia di Franca Viola.

Il libro sarà presentato stasera presso la libreria Mondadori alle 19:oo.

Il titolo del libro la dice lunga sul rapporto che legava vittima e carnefice ai tempi in cui le violenze e i matrimoni riparatori erano all'ordine del giorno e ben tollerati dal senso comune e dalla legge.

Si parla degli anni '60, tempi in cui la violenza sulle giovani donne rappresentava per la famiglia un disonore tale da spingerle a sposarsi con i propri carnefici.

Questa è anche la storia di Franca Viola che viene racconta nel libro "Niente ci Fu" edito da La meridiana.

Anche Franca Viola era stata prima rapita poi violentate e infine rilasciata dopo 8 giorni di prigionia. Si parla del 1965, quando la ragazza aveva solo 17 anni. Contariamente a tante altre, però, Franca non accetta il matrimonio riparatore grazie al supporto della famiglia e soprattutto del padre.

La ragazza, però, rifiuta il matrimonio riparatore, supportata dall’appoggio della famiglia, soprattutto del padre, Bernardo.

Il “no” di Franca al matrimonio riparatore è rivoluzionario per due motivi: porta per la prima volta al processo (difesa dal Sen. Ludovico Corrao) contro i colpevoli e alla condanna a 11 anni di carcere per lo stupratore, Filippo Melodia, nipote del boss locale Vincenzo Rimi. Segna anche un punto contro la mafia negli anni in cui la Sicilia iniziava il suo risveglio (risale a tre anni prima la pubblicazione de «Il giorno della civetta» di Leonardo Sciascia).

Letto 709 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>