Francesca De Luca: “Occorre riorganizzare la macchina amministrativa”

Pubblicato: giovedì, 12 aprile 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0
ALCAMO - Intervista al candidato a sindaco del centrodestra, Francesca De Luca. 1) Francesca De Luca perchè ha deciso di candidarsi a sindaco della città di Alcamo? Perchè non possiamo lamentarci di tutto senza poi metterci la faccia. Ho sentito diversi amici, familiari e donne che non tollerano più il modo di gestire il bene comune. Occorre una politica fuori dai palazzi di poteri, fatta insieme ai cittadini. Credo di avere il tempo e le capacità tecnico-amministrative  da mettere al servizio della città. Dobbiamo fermare la politica del "cosa ti serve", trasformando la politica nel "cosa vogliamo fare per migliorare la città". 2) E' alla sua prima esperienza politica? Sì, la prima esperienza. Sono stata più volte invitata a candidarmi nell'area del centrodestra, ma il mio lavoro non mi consentiva di impegnarmi al massimo. 3) Quali sono le sue idee per lo sviluppo economico della città?

Occorre riorganizzare tutta la macchina amministrativa secondo i principi di economicità, efficienza ed efficacia. In questo modo, potremmo rilanciare l'azione amministrativa facendola diventare il cuore pulsante della città. Altro punto prioritario è quello di riorganizzare l'ufficio tecnico e lo sportello unico per le imprese. In questa maniera potremmo stimolare e supportare tutte le attività del territorio. Sarò sensibile a tutti problemi culturali, sociali e giovanili della città partendo da una macchina burocratica efficiente.

4) Il comune di Alcamo presenta un forte squilibrio finanziario. Come pensa di affrontare il problema?

Come si fa in ogni famiglia. Individueremo le spese prioritarie per la città e il suo sistema socio-economico, e in una seconda fase taglieremo le spese superflue. Ad esempio, si possono tagliare alcune esternalizzazioni di servizi che potrebbero essere gestiti attraverso il personale del comune.

5) Il problema del lavoro preoccupa tantissimi giovani. Ha pensato cosa fare in questa direzione? I giovani sono demotivati. Non credono nell'attivare dei percorsi di imprenditoria, perchè hanno molta sfiducia nelle istituzioni e nella politica. Dovremmo puntare su alcuni settori fondamentali per il nostro territorio come l'agricoltura o l'artigianato. Nel campo dell'agricoltura la maggior parte delle competenze è della regione Sicilia, anche se potremmo riacquistare maggiore autorevolezza per rafforzare il nostro mercato locale. Una cosa che potremmo fare nell'immediato è applicare l'IMU, di competenza comunale, con la fascia più bassa per il settore agricolo e contestualmente avviare percorsi virtuosi di valorizzazione dei prodotti agricoli. 6) Per quanto riguarda la questione dei precari al comune di Alcamo e dell'ospedale cosa pensa di fare? A mio avviso, i dipendenti del comune sono tutti uguali. Occorre dare a tutti pari dignità, ricordiamoci che ci sono precari storici da tantissimi anni. La politica deve trovare le soluzioni per riqualificarli. Ciò metterebbe in moto la macchina burocratica nei termini in cui ne parlavo prima.

Per quanto riguarda l'ospedale di Alcamo, la normativa regionale ha previsto i "presidi territoriali ambulatoriali" senza degenza ospedaliera. Secondo il piano di rimodulazione delle strutture ospedaliere il nostro ospedale è destinato a scomparire. L'ospedale di Alcamo non è stato difeso abbastanza dalla precedente amministrazione. Inoltre, non sono state trovate delle soluzioni nel breve periodo, mettendo a rischio tutta la copertura del territorio. E' un problema politico che la vecchia amministrazione non è riuscita a compiere in maniera eccellente. Consideriamo anche che c'erano tutte le condizioni, visto che l'amministrazione precedente sostiene il governo Lombardo e l'assessore alla sanità regionale, Massimo Russo.

7) E' l'unica candidata donna a sindaco di Alcamo. Sta aumentando l'impegno femminile? Le donne dovrebbero essere più presenti nella politica, però, su propria decisione. Spesso trovo resistenze in alcune donne che non hanno il coraggio di uscire dal nucleo familiare ed  impegnarsi direttamente nelle sfide elettorali. Molte donne mi stanno seguendo nella mia scelta politica. Visto che sono una donna cercherò di attenzionare maggiormente la questione femminile, qualora venissi eletto sindaco. 8 ) La prima cosa bella qualora venisse eletta sindaco? Voglio convincere i miei concittadini ad impegnarsi per la crescita della città senza guardare l'orologio e senza aver paura di sacrificare gli impegni. Parlerò con tutti i cittadini: sono stata sempre aperta e disponibile al dialogo con tutti.
Letto 1496 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. arturo ha detto:

    La sig.ra De Luca rappresenta la vecchia repubblica .Essa è assistita da personaggi che negli anni settanta e ottanta hanno gestito la cosa pubblica. Ricordiamoci come era alcamo prima dell’avvento del sindaco Ferrara e Scala .Non una città ma un paesotto ricordato solo per fatti di cronaca nera e per le coppole che portavano gli anziani. Era un paese sporco abbandonato a se stesso principalmente in estate.

    • educazione ha detto:

      Caro sig, arturo il cambiamento di quegli anni è stato radicale per tutto il territorio siciliano e non solo per alcamo,
      scala e ferrara si sono ritrovati amministratori in un periodo dove i finanziamenti regionali nazionali ed europei arriivavano a pioggia e tutti i comuni siciliani ne hanno approfittato.
      dei politici della vecchia repubblica qualcuno ha lasciato un segno, oggi ancora tangibile, avere l’approviggionamento idrico ogni 5 giorni, Sucameli docet.
      oggi invece la nostra città è anche ricordata per essere stata l’unico comune condannato per mobbing, un senatore che ha patteggiato e che aveva un’ortolano e un sindaco che finirà il mandato con un processo in corso.
      QUANDO SI COMMENTA BISOGNA ANALIZZARE TUTTO E NON ESSERE DI PARTE !!!!!!
      ABBASSO LA MASSONERIA E CHI NE FA PARTE !!!!!

  2. Massimo ha detto:

    Caro Educazione, vedi che il tuo interlocutore Arturo usa lo stesso linguaggio del sindaco giacomo turano, pardon scala. Per certi versi si somigliano e mi inducono spesso all’errore. Poi dopo gli anni di cronaca nera per fatti di mafia si fa un gran passo avanti candidando Ferrarella, fedelissimo di Giammarinaro, nella lista del PD. Complimenti. Se questo è il balzo in avanti del centro sinistra facciamo bene a votare francesca de luca. Scala a chi fa campagna elettorale. Non capisco molto di politica ma mi pare che sostenga un certo mimmo candidato a sindaco. Ma scala è ancora nel pd?

  3. michele ha detto:

    Il commento del sig. Arturo mi mette davvero tristezza e ciò per 2 motivi:
    1) chi faceva sfaville ed affari nei ruggenti anni 80 (Turano, Gabellone, Perricone, ecc. ecc. ecc.) in questo momento sicuramente non appoggiano alla De Luca.
    2) chi ha portato Alcamo nelle attuali pessime condizioni sicuramente non appoggia la De Luca.
    Fatte queste considerazioni quel che appare dalla lettura delle liste è che il centro sinistra ha davvero una “fottuta” paura di perdere le elezioni. E per questo motivo, per cercare di non perdere il potere ha deciso di candidare nelle proprie liste:
    1) PELLERITO (fratello del sorvegliato speciale);
    2) D’ANGELO VITO (imputato);
    3) FERRARELLE (uomo di riferimento di Pino Giammarinaro);
    4) MORSELLINO (uomo di riferimento dell’On. Marrocco);
    5) RIMI VINCENZO (uomo di riferimento di Gaspare Noto);
    6) EMANUELE ASTA (uomo di riferimento di Paolo Ruggirello).
    Hanno poi recuperato altri consiglieri comunali, come ad esempio Gaspare Coppola o Stefano Milito, eletti nelle scorse elezioni con il centro destra.
    E non bisogna dimenticare che le designate assessori come la Palmeri e la Mirrione sono in realtà da sempre molto vicine a questa amministrazione.

  4. Roberto ha detto:

    Bravo Michele.
    Anche il sindaco scala è imputato
    Papania condannato dopo avere patteggiato la pena e per anni collaborato da filippo di maria.
    Alla prossima puntata

  5. Alex ha detto:

    L’analisi di Michele è agghiacciantemente corretta.
    Mi pare che non c’è bisogno di aggiungere altro quando parlano i fatti. E le fedine penali.
    Non resta che rimanere a casa anche quest’anno, anche se dopo ‘sto schifo sto rivalutando le facce di ABC.

  6. michele ha detto:

    Ecco, dopo la mia risposta i fans di Bonventre si sono dati alla fuga. La verità fa male……….

  7. Alberto ha detto:

    Forse sarebbe il caso che chi ha voglia di insultare lo faccia declinando le proprie generalita’. Non sarebbe gentile fare citare in giudizio l editore per risalire ai commentatori.

  8. Alberto ha detto:

    Per informazione corretta il sen. Papania ha patteggiato un abuso d ufficio nel 2002, pagando una somma pari ad euro3000. Ha ricevuto decreto di estinzione del reato nel 2007. Non e’ mai stato indagato per altri fatti citati da chi si nasconde dietro pseudonimi. Nonostante il reato di abuso di ufficio semplice,non patrimoniale, sia stato dichiarato estinto, il patteggiamento e’ stato formalmente impugnato per la revisione.

  9. alessandro calvaruso ha detto:

    Credo che ognuno di noi nella vita abbia fatto politica o sia stato vicino ad ambienti o personaggi politici. Non per questo si deve additare l’uno o l’altro candidato a Sindaco o al Consiglio Comunale di questa città o assessori designati, attribuendogli spesso aggettivi che offendono principalmente le persone che li hanno votati o candidati. Io proporrei di confrontarci sui programmi, sulle idee di ognuno di noi, anche di quelle di Michele, Roberto ed altri. Credo che i commenti su questo quotidiano abbiano fini costruttivi e di aggregazione di idee. Non importa se politicamente siamo schierati con il centro sinistra o il centro destra o con l’ABC od altro, partiti e movimenti, costituiti questi da brava gente. La cosa importante e’ esserci ed esternare i propri sogni che potrebbero diventare progetti. Saranno i cittadini alcamesi che il 6 e 7 maggio delegheranno i propri rappresentanti per amministrare Alcamo. Nella speranza che si tengano toni pacati fino al 7 maggio, auguro a voi tutti una buona “campagna elettorale”

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>