Sgarbi si difende dalle accuse

Pubblicato: sabato, 7 aprile 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Vittorio Sgarbi precisa che contro di lui è in atto un vero e proprio terrorismo psicologico e denigratorio che gli sta impendendo di lavorare correttamente per il bene del popolo siciliano. Dopo le accuse seguite allo scioglimento della giunta di Salemi per infiltrazioni mafiose, il celebre critico d'arte ha annunciato di volersi candidare ancora in Sicilia, questa volta come sindaco di Cefalù.

A tale candidatura ha risposto anche l'opinione pubblica e in particale Attilio Bolzoni, giornalista di Repubblica, che su tale vicenda ha scritto un articolo proprio nei giorni scorsi.

A seguito di quelle che lui reputa illazioni dichiara: "Io non so dove sia la mafia in Sicilia. E non l’ho mai incontrata. Lo saprà Attilio Bolzoni che ne parla. So però bene dov’è l’antimafia e come lavora nell’ingiustizia e contro i cittadini, con arroganza e prepotenza."

Reputa mafiosi gli atteggiamenti di quanti lo continuano ancora ad accusare nonostante la magistratura abbia provato la sua innocenza. Questi con arroganza parlano di un'antimafia che tale, per lui, non può essere.

Rivolgendosi direttamente al giornalista aggiunge: "Naturalmente Bolzoni sa benissimo che la mafia è in sonno, inattiva, distratta, a Salemi, da almeno vent’anni. Però, in perfetta malafede, s’interessa all’«ombra di Pino», per ricordarne il potere sul Comune che non ha avuto, nonostante avesse democraticamente presentato liste post-democristiane, ottenendo, sempre democraticamente, la maggioranza dei consiglieri comunali. Gli sfugge che i suoi affari, che io non conosco, nella sanità pubblica e privata, sono sotto osservazione nel periodo 2001-2005, quando nessuno si preoccupò di sciogliere il Comune e quando ancora io non ero sindaco. "

Continuando su quanto espresso da Bolzoni su Giammarinaro Sgarbi continua: "Vigliacco e in malafede, Bolzoni finge di ignorare il mio personale e antico contrasto con i professionisti dell’antimafia, e che le mie decisioni non possono essere in alcun modo condizionate dai desideri di Giammarinaro."

Sgarbi ha già provveduto a chiedere al ministro Cancellieri di esprimersi circa la sua candidatura in una tale atmosfera di intimidazioni e falsificazioni.

Letto 232 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>