“Non ti scordar di me”

Pubblicato: mercoledì, 28 marzo 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ERICE. "Con l'indifferenza si muore due volte" è il titolo del convegno in programma oggi alle 9 nell'aula bunker della Casa circondariale "San Giuliano". Interverranno i giornalisti Luciano Mirone, Riccardo Arena e Giovanni Ingoglia. Fino a lunedì prossimo manifestazioni e incontri per non dimenticare la strage mafiosa di Pizzolungo, avvenuta il 2 aprile 1985, nella quale persero la vita Barbara Rizzo Asta e i suoi due figlioletti. Fu un attentato dinamitardo, con cui la mafia intendeva uccidere il sostituto procuratore Carlo Palermo, uccidendo invece una donna e i suoi due gemellini. Carlo Palermo si stava dirigendo al palazzo di Giustizia di Trapani a bordo della sua auto, seguito dalla scorta. In prossimità dell'auto carica di tritolo, l'auto di Carlo Palermo, supera una Volkswagen Scirocco guidata da Barbara Rizzo, 30 anni, che accompagna a scuola i figli Salvatore e Giuseppe Asta, gemelli di 6 anni. L'utilitaria si viene a trovare tra l'autobomba e la 132 del sostituto procuratore. L'autobomba viene fatta esplodere comunque, nella convinzione che sarebbe saltata in aria anche l'auto di Carlo Palermo. L'esplosione si udì a chilometri di distanza.

La manifestazione propone: lo spettacolo "I captivi... sbagliare, capire, cambiare" a cura di Ivan Alabrese. Giovedì al PalaCardella esibizioni sportive degli alunni delle scuole e degli enti di promozione sportiva. Venerdì alle 9.30, nella sala conferenze a Palazzo del Seminario, il convegno "I ragazzi raccontano...". Interventi di Dino Petralia, sostituto procuratore al Tribunale di Marsala e degli alunni delle scuole medie e superiori del territorio ericino. Modera Rino Giacalone. Sabato alle 15.30, sempre al Seminario vescovile "Non ti scordar di me. Omaggio a Barbara Rizzo e Salvatore e Giuseppe Asta". Nel corso della manifestazione a cui parteciperà, tra gli altri, il pubblico ministero della Procura della Repubblica di Trapani Andrea Tarondo, sarà conferita la cittadinanza onoraria di Erice a Giuseppe Gualtieri, già Questore di Trapani, e sarà effettuata la premiazione del concorso "Dalla strage di Pizzolungo... un viaggio tra passato, presente e futuro con l'impegno per il cambiamento".  Lunedì 2 aprile sul luogo della strage a Pizzolungo a partire dalle 10 la cerimonia ufficiale di commemorazione, alle 15.30 al Seminario vescovile incontro con don Luigi Ciotti, presidente di Libera, e alle 18 con partenza dalla chiesa di San Michele Arcangelo la fiaccolata, che si concluderà davanti la scuola intitolata ai fratellini Asta.

Letto 612 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>