Salviamo la Coturnice!

Pubblicato: venerdì, 23 marzo 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CASTELLAMMARE DEL GOLFO - Nel corso del seminario “Conservazione della Coturnice di Sicilia - Alectoris graeca whitakeri” , che si terrà oggi, venerdì 23 marzo,  alle ore 18, nella sala conferenze del castello arabo-normanno di Castellammare del Golfo (ingresso piazza castello),  sarà illustrato  il progetto  sulla tutela della Coturnice di Sicilia, specie volatile a rischio di estinzione. Il progetto LIFE09 Sicalecons, finanziato dalla Commissione Europea, mira alla conservazione della Coturnice di Sicilia, con azioni per la riduzione, identificazione e  rimozione dei principali fattori che rappresentano una minaccia per le dimensioni e la densità di popolazione della specie, nonché la riproducibilità di coppie che vivono nelle zone di protezione speciale interessate dal progetto (Riserva dello Zingaro, Monte Cofano, Capo San Vito e Monte Sparagio). Inoltre, il progetto mira a limitare la perdita di biodiversità e ad aumentare la coscienza naturalistica della popolazione attraverso azioni di sensibilizzazione. Il Seminario, organizzato dall'assessorato regionale delle Risorse Agricole ed Alimentari, in collaborazione con il dipartimento di Biologia Ambientale e Biodiversità dell'Università di Palermo, l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia “A. Mirri”, il dipartimento regionale Azienda Regionale Foreste Demaniali, la Fenice società cooperativa sociale onlus di Palermo, ha lo scopo di informare le associazioni venatorie, i cacciatori, le associazioni ambientaliste ed i cittadini, sulle attività e sui risultati raggiunti con il progetto a protezione della Coturnice e sensibilizzarli sui comportamenti per proteggere la specie dal rischio di estinzione. Al seminario parteciperanno: il sindaco Marzio Bresciani, l’assessore all’Ambiente Maria Stella MangiarottiPietro Miosi, dell’assessorato regionale delle Risorse Agricole e Alimentari, Giuseppe Calagna, dirigente del Servizio VII, Mario Lo Valvo, docente di zoologia dell’Università di Palermo, Mario Candore, del dipartimento regionale Azienda Foreste Demaniali, Guido Ruggero Loria, direttore area diagnostica dell’istituto Zooprofilattico Sperimentale per la Sicilia. Chiuderà i lavori Rosaria Barresi, dirigente generale del dipartimento regionale degli Interventi Strutturali per l’Agricoltura. Ulteriori informazioni sul sito  http://www.coturnicedisicilia-progettolife.net

Letto 961 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>