Baldo Lucchese: “Ecco il manifesto politico della Sveglia”

Pubblicato: sabato, 3 marzo 2012
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO - Il movimento politico La Sveglia, da oltre 2 anni attivo nel territorio alcamese, lancia il suo manifesto politico per far conoscere le proprie intenzioni alla cittadinanza. Il candidato a Sindaco della Sveglia, Baldo Lucchese, sottolinea l'importanza di conoscere il progetto e i suoi contenuti, in modo da chiarire qualsiasi dubbio ai suoi sostenitori.

Dal manifesto risulta evidente la rottura con il vecchio modo di fare politica "mettendo al centro dell'azione politica il superiore interesse della Città ed i tanti problemi della gente. Questo nuovo movimento si pone al di fuori di qualunque schema politico ed è aperto a chiunque voglia partecipare alla gestione della città nell'interesse prioritario degli Alcamesi con particolare attenzione alle sue realtà più deboli e indifese. "

Per conoscere il manifesto politico: clicca qui

Letto 563 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. giuseppe ha detto:

    Ma ritengo sia espressione dei papania’s boy.
    Si presenta ma che mestiere fà? cosa ha fatto nella vita per essere credibile nel gestire la città di Alcamo?

    perchè dovremmo credere in te?

    presentati dicci chi sei, cosa hai fatto nella vita, che livello culturale hai (non mi riferisco al titolo di studio ma alle capacità)…….

  2. francesco2 ha detto:

    io ho letto il curriculum mi sembra buono se è veritiero, ma il programma mi sembra troppo generico e poco concreto. Sarebbe corretto dire cosa intende fare nella realtà concretamente, opere pubbliche, infrastrutture etc etc

    • francesco ha detto:

      siete pecore e morirete da pecore…..questo è il vostro destino!!! tornate all’ovile….behh behhh……che sfigati

  3. francesco2 ha detto:

    strano che con il curriculum che si ritrova non trovi lavoro ho parecchi amici laureati nel settore che non hanno problemi di lavoro

  4. Alessandro ha detto:

    Caro Francesco sei cosi’ povero di mente che neanche saresti capace di leggere il curriculum di baldo!!!io a baldo nn lo conoscemo e nn lo avevo visto mai ma ti posso garantire che mi ha lasciato senza fiato sia per il suo livello culturale e sia per le capacita’ organizzative!!! Bheee forse tu sei stato abituato male e nn sai distinguere le persone capaci di fare da quelle capaci di leccare…prima di aprire bocca cerca di azionare un po’ il cervello!!!

  5. Manuela ha detto:

    Se il linguaggio dei sostenitori di Lucchese è questo, allora non miglioreremo mai!!
    Mi permetto di suggerire ai sostenitori di Baldo Lucchese di rispondere con dati di fatto.
    Anch’io ho forti dubbi sulle sue capacità, magari sbaglio, ma è mio diritto dirlo!

  6. marina ha detto:

    leggere questi commenti lascia un pò perplessi, in ogni caso, sia che si tratti di sostenitori o detrattori del Dott. Lucchese, si avverte la “fatica” di aprirsi ad un confronto che poggi sulle idee piuttosto che sulle insinuazioni…offese…o attacchi personali che poco hanno a che fare con l’analisi dei programmi e della capacità di proiettare la nostra amministrazione oltre gli stretti confini di un rapporto con l’elettorato che è storicamente fondato sulla clientela o, nella migliore delle ipotesi su una delega in bianco che, all’indomani delle elezioni, solleva candidati e sindaco dal dover rendere conto ai cittadini che li hanno eletti. Nel sostenere le ragioni Credo anche che l’incapacità ad elevare il livello del confronto non possa ricadere a priori sul candidato sindaco quanto piuttosto su una personale responsabilità che chiama in causa ciascuno di noi ogni volta che scegliamo argomenti e stili di comunicazione. Brevemente dunque, per elencare solo alcune delle ragioni che spingono senza esitazione a sostenere la candidatura di Baldo Lucchese a sindaco della nostra città vorresi sottolineare:
    1) il profondo senso etico che lo allontana dalle stringenti logiche della politica che abita la nostra terra. Una politica che ci ha abituato a connettere la speranza di un futuro al servilismo verso i potenti, una politica che ha ipotecato e le vite tanti precari ormai prigionieri di un “debito” di voto a cui rimane agganciata la speranza di un lavoro sottopagato e comunque insufficiente a progettare un futuro sereno.
    2) la proposta di un programma che rispetta ed espande i bisogni complessi di un territorio come il nostro tenendo sempre il foces dell’attenzione sui cittadini che lo abitano. Poichè compito di una buona amministrazione comunale è quello di impiegare le proprie risorse in progetti e direzioni che tornano a migliorare fattivamente e direttamente la vita delle persone. Questo restituisce un “senso” a quei tributi che ciascuno di noi è doverosamente chiamato a versare anche se fino ad oggi non ha ben compreso a quali scopi il denaro versato è stato destinato.
    3) potrei scrivere molto altro ancora ma data l’ora preferisco sintetizzare ricordando che Baldo Lucchese coniuga già nella sua storia il bisogno di appartenenza e cambiamento, ha radici profonde e conosce la nostra terra ma ha anche viaggiato abbastanza da essere libero dalle logiche soffocanti della vecchia politica. Ha respirato maniere altre di amminstrare la “cosa pubblica” che forse gli danno la forza di costruire insieme qualcosa di migiore che ciascuno di noi, a suo modo, merita. Buonanotte

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>