Oddo risponde alle affermazioni del senatore D’Alì

Pubblicato: giovedì, 14 luglio 2011
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Il Sen. Dalì, ai giornalisti, appena uscito dall’aula di tribunale, dove ha deposto sui suoi presunti rapporti con il mafioso Coppola, ha detto che alle amministrative di Valderice ha vinto le elezioni “quando la mafia valdericina era già stata scoperta ed incarcerata”.

A rispondergli, immediatamente, è stato i vicepresidente dell’ARS, Oddo, che ha affermato, mediante comunicato, che sono singolari le affermazioni dell Sen. Dalì, perché “i fatti dicono che è lui ad essere stato sentito come indagato di reato connesso nell’ambito del processo Cosa Nostra Resort. Ed è ancora lui ad avere sostenuto l’attuale Sindaco di Valderice Camillo Iovino accusato di favoreggiamento nei confronti di Tommaso Coppola.

La storia del centrosinistra valdericino è cristallina ed è storia di progresso, di vera cultura antimafiosa e di avanzamento civile e democratico. E’ la storia di una comunità che non ha mai piegato la schiena di fronte alla mafia e ai  signorotti di turno. Non lo farà neanche adesso. Siamo pronti a costruire un’alternativa forte e credibile ad un’amministrazione, quella del Sindaco Iovino, sostenuta dal Senatore D’Alì che ha dato soltanto prove di incapacità,   inefficienza e scarsa trasparenza amministrativa e politica”.

Dal canto nostro invitiamo il Sen. Dalì a specificare cosa ha voluto dire con la sua battuta,da cittadini della Provincia di Trapani vogliamo sapere cosa combina chi ci rappresenta, e da chi vuole informarsi per informare, saremo lieti di precisazioni, supportati dai fatti.
Letto 241 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>