Il successo degli ori della Madonna del Soccorso

Pubblicato: giovedì, 14 luglio 2011
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

"Aurea Jugalia" è la tesi di specializzazione di Roberta Cruciata, giovane castellammarese, la cui pubblicazione è stata promossa dal dipartimento di studi  storici ed artistici della Facoltà di Lettere e Filosofia. Il lavoro è stato presentato nella chiesa Madre ed  è il secondo volume della collana dei Quaderni dell’Osservatorio per le arti decorative in Italia “Maria Accàscina” , diretta da Maria Concetta Di Natale.Una vera e propria ricerca di significati legati al dono dei gioielli ex- voto alla Madonna del Soccorso di Castellammare del golfo dal XVIII al XX secolo, simobolo di  donazione e voto e sacrificio di qualcosa di molto prezioso. L'amministrazione castellammarese fa un plauso alla ragazza e l'assessore alle politiche giovanili, Angelo Palmeri, dichiara:«Alla nostra giovane concittadina  Roberta Cruciata, esempio per i coetanei di come riappropriarsi della storia e della cultura, va il merito di aver catalogato un patrimonio tanto caro ai castellammaresi che resterà nella storia locale grazie alla pubblicazione avvenuta con la collaborazione dell’Associazione Nostra Principalissima Patrona, presieduta da Don Franco Giuffrè, e con il sostegno ed il patrocinio del Comune di Castellammare e della Provincia, in particolare del consigliere provinciale Piero Russo».

Dopo la presentazione del testo è stata riaperta la mostra "Il tesoro della madre" , inaugurata lo scorso anno e voluta dal parroco don Fabiano Castiglione nei locali della Chiesa Madre, cortile Madrice. L’esposizione è stata curata dal Maurizio Vitella (docente presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Palermo) e proprio da Roberta Cruciata, autrice del testo presentato, con la collaborazione dell’architetto Pietro Artale e dei parrocchiani della Chiesa Madre.

Letto 629 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>