Bresciani: “riconoscere lo stato di calamità naturale”

Pubblicato: sabato, 14 maggio 2011
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CASTELLAMMARE DEL GOLFO - Ancora dubbi dopo l'esondazione del 27 Aprile scorso a Guidaloca. Stavolta è il sindaco di Castellammare del Golfo ad esprimere preoccupazione sulla possibilità che non venga riconosciuto lo stato di calamità naturale. Secondo Marzio Bresciani, i danni causati alla baia di Guidaloca ammonterebbero a circa trecentomila euro tra strade, case e terreni. Nella giornata di ieri il sindaco ha incontrato il dirigente regionale della Protezione Civile, l’ingegnere Pietro Lo Monaco, e sembra che non ci si la volontà di riconoscere lo stato di calamità naturale per il territorio di Castellammare. Secondo Bresciani: "è confortante che si voglia mettere in sicurezza la zona dove si è verificata la rottura degli argini del torrente Guidaloca, ma il mancato riconoscimento dello stato di calamità naturale non ci permetterà di sistemare le strade in zone particolarmente danneggiate come, ad esempio, nella frazione di Balata di Baida, dove il nubifragio ha messo in difficoltà anche le aziende agricole già sofferenti per la crisi del settore".

Letto 233 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>