Gravi atti intimidatori nei confronti del sindaco di Mazara del Vallo

Pubblicato: martedì, 12 aprile 2011
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

MAZARA DEL VALLO - Il sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi, ed alcuni suoi familiari, sono stae vittime di una atto intimidatorio in piena regola. Il deputato nazionale del Pdl, sua figlia e suo nipote hanno infatti trovato le gomme delle rispettive auto squarciate. I suddetti vivono tutti in luoghi differenti della città. La notizia è stata resa nota dallo stesso Cristaldi durante un consiglio comunale durant eil quale ha anche affermato:  "L’atto intimidatorio non cambia nulla. Il fatto antipatico è che sia stato rivolto, oltre che a me, anche a mia figlia ed a mio nipote. Ci affidiamo a Dio, oltre che a carabinieri e poliziotti”.

Il consiglio provinciale, attraverso le parole del presidente Poma, ha espresso la propria solidarietà al sinadaco mazarese: " Non è possibile accettare supinamente che fatti così gravi, come gli ignobili “avvertimenti” contro la sua persona o di persone ad Ella così vicine, possano mettere in discussione la sua serenità sol perché sta giustamente cercando di portare avanti il programma politico amministrativo a suo tempo democraticamente scelto e premiato dai cittadini elettori".

Anche il Presidente delle Provincia, Mimmo Turano ha dato il suo pieno appoggio all'on. Cristaldi: "Vili ignoti, cercano di intimidire chi, con senso dello Stato e rispetto delle leggi, cerca di lavorare per il bene comune. Sono, particolarmente vicino all’on. Cristaldi chiamato ad un ruolo di grande responsabilità. Auspico che gli autori di simili gesti vengano presto assicurati alla Giustizia”.

Letto 147 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>