Castelvetrano: polemiche sulla puntata di EXIT sul boss Matteo Messina Denaro

Pubblicato: sabato, 19 marzo 2011
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CASTELVETRANO - La puntata di exit del 16 marzo sulla mafia nel trapanese e sul boss latitante Matteo Messina Denaro, ha scatenato numerose polemiche tra i castelvetranesi. L'immagine che è venuta fuori di Castelvetrano e sopratutto dei castelvetranesi non è certo delle migliori, anzi è davvero pessima. Tra i vari servizi mandati in onda, si vedono gruppi di castelvetranesi con coppola che alla domanda "cosa pensate di Messina Denaro" rispondono con atteggiamenti che possono certo definirsi omertosi, oppure elogiando il boss, definendolo "un signore" e un perfetto candidato come primo cittadino di Castelvetrano. E così un fiume di castelvetranesi si è abbattuto sul blog del programma, per far sentire anche la sua voce, per dire che a Castelvetrano bisogna proprio andarselo a cercare il luogo più malfamato frequentato solo da vecchi e personaggi poco sani di mente per dire che a Castelvetrano non esiste altro, non esiste l'alternativa. Un fiume di giovani che aveva voglia di metterci la faccia e che ha deciso di farlo, su facebook è infatti nata l'iniziativa "Io ci metto la faccia", giovani o meno giovani che hanno deciso di far vedere l'altro volto di Castelvetrano e, sicuri che "mamma televisione" non verrà a cercarli, metterranno centinaia di video con le loro faccie contro la mafia. I video verrano proiettati anche il 21 maggio in occasione del corteo della legalità che ogni anno si svolge a Castelvetrano.

Letto 470 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. Un piccolo castelvetranese ha detto:

    CASTELVETRANO E’ COME CORLEONE

    Questo è lo slogan che temo venga diffuso nel senso comune di chi non conosce a pieno la nostra realtà cittadina (non me ne vogliano i corleonesi a cui riconoscono il merito di aver da tempo dimostrato di essere assetati più di altri di legalità).

    Non esprimo giudizi sul servizio di Exit a cui riconosco il merito, comunque, di aver gettato un sasso in uno stagno troppo putrido e inamovibile.

    Chi siamo “noi castelvetranasi”?

    Gente piccola, troppo piccola da non accorgersi che le interviste rilasciate ad Exit non sono state rilasciate soltanto da pochi vecchi o dall’ubriaco del bar.

    Gente piccola, o troppo piccola che non si accorgere che a Castelvetrano girano troppe macchine di lusso, guidate da persone che si sono arricchite senza troppi scrupoli morali (per usare un eufemismo) e che nonostante tutto, girano a testa alta, compiacendosi del nuovo spessore sociale che il “piccolo castelvetranese” riconosce loro.

    Gente troppo piccola, convinta che basta andare in chiesa per guadagnarsi il paradiso e che non si accorge che in tanti anni di assidua frequenza domenicale il sacerdote non ha mai osato spendere una parola chiara ed univoca contro la mafia (al di fuori si intende delle solite lezioni morali che in ogni celebrazione eucaristica il celebrante riserva ai suoi fedeli anche in zone ove Matteo Messina Denaro non ha cittadinanza).

    Gente troppo piccola che si professa onesta, ma che non disdegna di ricercare il favore dell’amico anche per saltare la fila alla posta o in ospedale (secondo l’antico adagio che “ognuno deve tirarsi il proprio filaro”).

    Gente troppo piccola che non si accorge che il proprio organo di rappresentanza (il consiglio comunale) è composta da piccoli uomini che non sanno spendere una parola contro la mafia, nemmeno rilasciando quelle stupide interviste ove si augurano che Matteo Messina Denaro venga finalmente assicurato alle patrie galere (per citare il sindaco – aggiungo io: e vi marcisca dentro fino alla fine dei suoi giorni).

    Gente troppo piccola che per non alzare la testa preferisce vedere il marcio negli altri e non giudicare se stessi….. già…. esattamente come sto facendo io, piccolo castelvetranese come voi.

    Beh!!!!….. allora si….. Castelvetrano è proprio come Corleone dei tempi bui, con l’unica differenza che i corleonesi stanno riscattando la propria dignità.

    e il castelvetranese?…. il piccolo castelvetranese quando avrà il coraggio di crescere?…… quando avrà la sapienza di guardare oltre il proprio filaro?

    Attendo con ansia il giorno in cui il TG annuncerà con edizione straordinaria l’arresto di Matteo Messina Denaro, per vedere il piccolo castelvetranese uscire di casa a festeggiare in piazza per diventare degno della sua cittadinanza.

    Già!!! perchè Castelvetrano, solo allora mostrerà il suo vero volto……..senza timore di smentita alcuna.

    Firmato
    Un piccolo castelvetranese con tanta voglia di crescere

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>