Alcamo, l’Isola Ecologica premia i cittadini

Pubblicato: venerdì, 18 marzo 2011
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

ALCAMO - Ieri tutti a festeggiare i 150 anni dell'Italia Unita, i nostri cuori hanno pompato orgoglio per l'appartenere a questo Paese, anche se martoriato da politici che proprio non rappresentano la genialità e la serietà del popolo italiano. Ad Alcamo qualcuno ha festeggiato doppiamente questo giorno, perché l'amministrazione ha voluto dare un premio a coloro che si sono messi in evidenza nella raccolta differenziata, esattamente 200 cittadini virtuosi, così sono stati chiamati dal Sindaco Scala e dal Vice-Sindaco Fundarò. Essi hanno tenuto a sottolineare che un grande grazie si deve dire ai cittadini alcamesi, perché hanno portato la città agli onori della cronaca, non per fatti delittuosi come succedeva spesso in passato, ma per qualcosa che rappresenta un alto senso di civiltà, cioé la buona riuscita della raccolta differenziata. I premi si riferiscono a quando erano presenti ad Alcamo le Isole Ecologiche (non interrate), dove i cittadini differenziavano, pesando i rifiuti; con l'occasione gli amministratori presenti hanno voluto divulgare, ancora di più, il fatto che ad Alcamo sono state inaugurate le Isole Ecologiche interrate. Il Sindaco e il Vice-Sindaco più volte hanno voluto sottolineare che Alcamo si trova trai i primi dieci comuni in Italia per efficienza nella raccolta differenziata, e tale traguardo è stato raggiunto grazie alla sensibilizzazione delle Istituzioni cittadine, ma sopratutto dalla diligenza con cui i cittadini hanno operato nella raccolta differenziata, facendo del bene due volte,  prima alla salute e secondariamente perchè hanno risparmiato sulla tassa sui rifiuti. Il  Vice Sindaco Fundarò ha , altresì, dato risalto al fatto che scomparirà la Tarsu, che è iniqua perché fa pagare i rifiuti in riferimento al metraggio della casa di abitazione. Per fare un esempio: un vecchietto che vive da solo in una casa di 200 mt quadri paga di più di una famiglia che vive in una casa più piccola ovvero colui che fa meno rifiuti, presumibilmente, paga di più. Fundarò ha spiegato che nascerà una tassa che contempererà il fattore metraggio della casa con il numero di chi ci abita, e in più con le Isole Ecologiche, ognuno potrà pagare direttamente in relazione a quanto differenzia, anche se ancora è da determinare quale sarà il metodo per l'indifferenziata. Fundarò è Vice- Sindaco al momento ma per come agisce sembra che possa aspirare ad essere Primo Cittadino.

Letto 224 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>