Caselvetrano: parte la nuova rassegna “Treatro”

Pubblicato: mercoledì, 2 febbraio 2011
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0
Di Damaris Marino Sembra aver avuto grande successo la nuova formula, ideata dal direttore artistico del Teatro Selinus di Castelvetrano, che vede la nuova stagione, chiamata indicativamente "Treatro", divisa in tre sezioni: la rossa, la verde, la blu. L'idea nasce dall'intento di allargare il bacino di pubblico e abbassare anche un po' la sua età media. La rossa e la verde prevedono due diverse campagne di abbonamento per due differenti tipologie di spettacolo. La stagione rossa rappresenta la continuità rispetto alle scelte più tradizionali che il pubblico avrà il piacere di ritrovare in 13 diversi spettacoli di intrattenimento. La verde rappresenta la vera sfida: quattro opere che uniscono ai temi e ai testi del teatro classico la forza innovativa del teatro sperimentale e di ricerca; una stagione, che già nella sua prima rappresentazione, sembra avere raggiunto il suo scopo, portare i giovani a teatro. Infine, la stagione blu, un progetto nato in collaborazione con il Teatro Libero di Palermo e definito teatro-scuola, proprio perchè, in base agli spettacoli, rivolto principalmente alle scuole elementari, medie e superiori. Prossimi spettacoli in cartellone, per la stagione verde,  dopo il grande successo di Aurelio Gatti con il suo "Geometrie della passione", "La sgualdrina timorata" di Jean-Paul Sartre (regia di Mario Pupella) in scena il 4 febbraio; per la stagione rossa "Italiani si nasce e noi lo nacquimo" con Tullio Solenghi e Maurizio Micheli, in scena il 19 febbraio; e infine, per la stagione blu "Le bugie di Anna e Chiara" di Donatella Diamanti, in scena 1-2  marzo.
Letto 221 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>