Comunque vada, sarà il Caos

Pubblicato: martedì, 14 dicembre 2010
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Oggi si decidono le sorti del Governo che aveva la più ampia maggioranza della storia democratica d’Italia e del Governo del fare. E’ l’evento dell’anno, il Governo Berlusconi chiederà la fiducia al parlamento, e dalle parole oggi proferite in parlamento, rischia di farcela, perché rischia? Perché finché il Governo si teneva in piedi con i voti della maggioranza uscita dalle urne, seppur criticabile politicamente, aveva tutte le carte in regola per governare, invece se oggi la fiducia ci sarà, sarà una fiducia monca, fatta di voti di parlamentari transfughi e lontani dalla maggioranza originaria, quindi ne risulterà una politica debole e schiava nel recuperare voti ogni volta che ci sarà di far passare una legge. Si passerà dal Governo con maggioranza “bulgara” e del fare, a un Governo debole e del non fare, quindi un rischio enorme per l’Italia che già economicamente è instabile.

Ma non bisogna solo dare colpe a Berlusconi, che in certi casi ha anche ragione; è da capire la rabbia di Berlusconi contro Fini e Co., d'altronde questi ultimi da anni fanno la bella faccia a Berlusconi e invece tutto d’un tratto dicono le stesse cose che il centro-sinistra dice da anni, a chi non salterebbero i nervi!

Allora se Berlusconi non avrà la fiducia, cosa faranno le opposizioni vecchie e nuove? Il PD, coerentemente, è per un nuovo Governo con tutta l’opposizione, un Governo solo per riformare la legge elettorale e alcuni interventi al livello economico, ma l’IDV invece è solo per riformare la legge elettorale.  Un caso a parte sono i finiani e l’UDC, perché sembrerebbero a favore di un Governo come prospettato dal PD, però ci hanno abituato a colpi di scena, quindi è tutta un’incognita.

Insomma, cari cittadini siamo messi proprio bene!

Continua ....................

Letto 207 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>