Spatuzza chiede scusa per l’omicidio Di Matteo

Pubblicato: venerdì, 3 dicembre 2010
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Il pentito Gaspare Spatuzza  nel corso del processo in Corte d’Assise ricostruisce le fasi del rapimento del quindicenne Giuseppe Di Matteo, figlio del collaboratore di giustizia Santino Di Matteo,  e ammette il suo conivogimento nel sequestro ma non nell'omicidio di cui si definisce solo "moralmente responsabile". Poi chiede scusa alla famiglia del ragazzo: ”Chiedo perdono alla famiglia del piccolo Giuseppe Di Matteo e a tutta la societa’ civile che abbiamo violentato e oltraggiato". Per spingere il padre a ritrattare le accuse il giovane era stato rapito il 23 novembre del 1993,  da alcuni mafiosi organizzati dai boss Giuseppe Graviano e Cristoforo Cannella e dopo essere stato tenuto in ostaggio per tre anni fu strangolato e disciolto nell'acido.

(di Claudia Milicia)
Letto 169 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>